mercoledì 31 dicembre 2008

PRESENTATO DAL COMUNE DI ROMA: ECCO IL PIANO ANTIALLAGAMENTI

CI ERAVAMO GIA' OCCUPATI A SUO TEMPO DELLE GRAVISSIME INADEMPIENZE DELLA ROMEO GESTIONI NELLA PULIZIA DELLE STRADE, DELLE CADITOIE E DEI TOMBINI A ROMA, UNA DELLE CAUSE DELLE RECENTI GRAVI ALLUVIONI, TANTO CHE GIA' AI PRIMI DI NOVEMBRE IL SINDACO ALEMANNO AVEVA REVOCATO L'APPALTO ALLA ROMEO:


CON IL NUOVO PIANO ANTIALLAGAMENTI DEL COMUNE, AFFIDAMENTO AD 11 DITTE SPECIALIZZATE DELLA PULIZIA DI TUTTE LE CADITOIE E TOMBINI DELLA CITTA', GIUNGONO ALTRE NOTIZIE SULLE GRAVI INADEMPIENZE DELLA ROMEO:
DAL 2 DICEMBRE ESEGUITI, GRAZIE AL FORTE IMPEGNO DEL NUOVO ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI FABRIZIO GHERA, BEN 8000 INTERVENTI, MENTRE LA ROMEO, IN UN ANNO E MEZZO NE AVEVA REALIZZATI SOLO 4.700 !!!!!!!!!!!!!
NULL'ALTRO DA DIRE, SE NON INVITARVI A LEGGERE IL SERVIZIO DI LILLI GARRONE SUL CORRIERE DELLA SERA -EDIZIONE ROMA DEL 30 DICEMBRE 2008.

SI ALLARGANO A ROMA LE INDAGINI SULLA ROMEO: ORA E' IL MOMENTO DELLA CONSIP-CONTROLLATA MINISTERO DEL TESORO

DAL CORRIERE DELLA SERA DEL 29 DICEMBRE 2008
Ci eravamo già precedentemente occupati della singolare presenza della Romeo Gestioni nella manutenzione di alcune delle sedi più importanti del potere politico a livello centrale, vedi il precedente articolo:
SI ALLARGANO ORA ANCHE AGLI APPALTI DELLA SOCIETA' CONTROLLATA DAL MINISTERO DEL TESORO CONSIP LE INDAGINI SUGLI AFFARI DELLA ROMEO GESTIONI A ROMA.
Emerge da alcune intercettazioni che nel 2007, all'epoca del governo Prodi, alcuni dirigenti della Consip, controllata del Ministero del Tesoro all'epoca retto da Tommaso Padoa-Schippa e Vincenzo Visco, si erano "dati da fare" per agevolare l'affidamento alla Romeo Gestioni di un importante appalto in materia di manutenzioni presso importanti sedi del potere statale a Roma, fra cui Ministero dell'Interno, Presidenza del Consiglio, Presidenza della Repubblica.
LEGGI L'ARTICOLO E L'INTERCETTAZIONE.

martedì 30 dicembre 2008

ANCORA BUON NATALE 2008 E FELICE ANNO NUOVO 2009 DA TG-ROMA TALENTI, A TUTTI I CITTADINI DEL MUNICIPIO IV, DEL QUARTIERE TALENT

BUON NATALE, E SOPRATTUTTO BUON ANNO NUOVO 2009, NEL RICORDO DEL NOSTRO DON LUIGINO, PRESENTE CON NOI, MONS. ENZO DIECI, DON GIANNI, E DON CRISTIAN, ALLA MESSA DI MEZZANOTTE.
UN CORDIALE AUGURIO A TUTTI DA TG ROMA-TALENTI.

PARCO TALENTI-RIONE RINASCIMENTO: COSA RISERVA IL 2009 ?

In occasione della recente inaugurazione della nuova sede del Municipio IV di Roma, ubicata a via Umberto Fracchia nel cuore nel punto cerniera fra il quartiere esistente di Monte Sacro Alto ed il nuovo comprensorio di Rione Rinascimento, proprio davanti all' esageratamente dilatato complesso di Rione Rinascimento terzo con le sue 20 alte torri da sette piani l' una ed i suoi 1.500 nuovi appartamenti, abbiamo rivolto al presidente del Municipio IV di Roma Cristiano Bonelli, ed all' assessore alle Opere Pubbliche Fabrizio Bevilacqua, domande sullo stato delle opere pubbliche del comprensorio, approvato da una delibera di consiglio comunale risalente addirittura al 2000, e sulle prospettive per il completamento della viabilità e del Parco Talenti, la cui realizzazione è appena iniziata, mentre viene invece venduto come già completato con i costosissimi appartamenti del Rione.
Sullo sfondo i gravi rischi di blocco della nuova sede, ove dovessero essere realizzati tutti le 20 torri ed i nuovi 1.500 appartamenti dell' antistante Rione Rinascimento terzo.
In proposito, e ove non intervengano più costruttive e realistiche considerazioni da parte dello stesso gruppo Mezzaroma, al fine di evitare che peggiori rapidamente la vivibilità anche delle famiglie he hanno appena comprato parte degli appartamenti, si sta già valutando la possibilità, analogamente a quanto già avvenuto a Colle della Strega, di iniziare una raccolta di firme per la revoca della delibera di consiglio comunale n. 44 del 27 marzo 2003, che ha trasferito CONTRO IL PARERE DEL MUNICIPIO IV- circa 300.000 metri cubi di edilizia residenziale proprio in questa zona, da altra parte di altro Municipio (Borghetto S. Carlo, sulla Casilina).
QUESTI GRANDI INTERVENTI, CHE ALTERANO IN MODO SOSTANZIALE LA VIVIBILITA' DELLE PERIFERIE, NON POSSONO E NON DEBBONO PIU' ESSERE REALIZZATI SENZA UN'ADEGUATA PARTECIPAZIONE, E SENZA SENTIRE IN PROPOSITO LE VALUTAZIONI DELLA CITTADINANZA !!!

ROMA-Municipio IV: II parte dell'intervista al presidente del Municipio IV Cristiano Bonelli -Commercio e mercati

Seconda parte dell'intervista rilasciata a TG Roma-Talenti dal presidente del Municipio IV di Roma Cristiano Bonelli, in cui tratta dei problemi del commercio, dei rapporti fra gli insostituibili piccoli negozi di prossimità, indispensabili per garantire la sicurezza, il presidio e più facili rifornimenti per i residenti, ed i grandi centri commerciali, fra l'altro attualmente in crisi, che hanno provocato gravi problemi nella viabilità, e più generalmente della vivibilità nei nostri quartieri.

lunedì 29 dicembre 2008

ACCORCIAMENTO DELLA LINEA 60 EXPRESS-PROSEGUONO LE PROTESTE

PROSEGUONO LE PROTESTE DELLA CITTADINANZA DEL MUNICIPIO IV DI ROMA E DEL QUARTIERE MONTE SACRO ALTO PER L'ACCORCIAMENTO A STAZIONE TERMINI DELLA LINEA DEL 6O EXPRESS.
Dedica un articolo alla vicenda, a firma Manuela Zazzara e che riuportiamo anche in questa sede, il numero del 28 novembre 2008 della Voce del Municipio, che potete scaricarvi tutto intero al seguente link:
http://www.lavocedelmunicipio.it/archivio.htm

L'ASSESSORE FRANCESCO FILINI SU EMERGENZA EDUCATIVA E BULLISMO IN MUNICIPIO IV

RIPORTIAMO UN'INTERESSANTE INTERVISTA ALL'ASSESSORE DEL MUNICIPIO IV COMPETENTE SULLA SCUOLA FRANCESCO FILINI ALLA VOCE DEL MUNICIPIP, NUMERO DEL 28 NOVEMBRE 2008.

SCONCERTANTE: VARIANTI NELLA CENTRALITA' LOCALE DI TALENTI-PIAZZA PRIMOLI DECISE DA DIPARTIMENTO X E GRUPPO MEZZAROMA

E' IN DISTRIBUZIONE, E LO POTETE SCARICARE AL SEGUENTE LINK:
http://www.lavocedelmunicipio.it/download.htm
L'ULTIMO NUMERO DI META' DICEMBRE DELLA VOCE DEL MUNICIPIO.
APPRENDIAMO SCONCERTATI, DA UN INTERESSANTE ARTICOLO DI ESTER ALBANO DAL TITOLO "ANCORA DISATTESE LE NECESSITA' CIVILI DI TALENTI, QUANTO SEGUE:
-il Dipartimento X del Comune di Roma, ed il Gruppo Mezzaroma, hanno deciso in totale ed isolata autonomia, di apportare varianti alla centralità locale di Talenti, ossia sulla riorganizzazione urbanistica della zona orbitante su piazza Primoli, nell'interesse pubblico di chi NON SI SA, ed inoltre la vicenda è sfuggita di mano ai due stessi attori, TANTO CHE ORA IL X DIPARTIMENTO ACCUSA IL GRUPPO MEZZAROMA DI AVER RIDISEGNATO LA CENTRALITA' VIOLANDO LO STESSO NUOVO PIANO REGOLATORE !!
-in occasione di due riunioni del 16 e 24 luglio 2008 la Impreme-Gruppo Mezzaroma dichiara addirittura di non essere autorizzata (DA CHI ?) a mostrare i progetti nè ai cittadini nè al municipio !!!;
-forse qualcuno dovrebbe ricordare a Massimo Mezzaroma, intervenuto ad una delle due riunioni, ma non all'altra in cui il rappresentante del Servizio Giardini intervenuto ricordava che le modifiche apportate violavano il PRG, che tali comportamenti configurano violazioni di legge, e potreebbero essere oggetto di esposti alla procura;
-qualcuno dovrebbe inoltre ricordare al consigliere del PD Paolo Marchionne, che pure si da dando da fare meritoriamente per fare chiarezza sulla vicenda, che proprio all'attuale segretario nazionale del suo partito, ed ex sindaco di Roma Walter Veltroni, si devono i mancati controlli sui grandi accordi urbanistici con i grandi costruttori, e la grande licenza di operare sulle vite della cittadinanza loro lasciata, DA PARTE DELLA SCONFITTA GIUNTA VELTRONI !!!
COMPORTAMENTI DI CUI LA TRASMISSIONE REPORT-I RE DI ROMA HA DOCUMENTATO LA PROFONDA INCIDENZA SULLA VITA QUOTIDIANA E LA VIVIBILITA' DI TANTI QUARTIERI ED AREE DELLA CITTA'!!!
NON ULTIMA TALENTI, CON LA VICENDA DI PARCO TALENTI-RIONE RINASCIMENTO, CHE SI TRASCINA ORMAI DA 9 ANNI, CON VIA DI CASAL BOCCONE IN CONDIZIONI DISASTRATE CHE NON VIENE PERCORSA DAI MEZZI DELL'ATAC, CON IL PARCO TALENTI ANCORA AL 10/15% DELLE OPERE PREVISTE, MENTRE VIENE "VENDUTO" COME ESISTENTE A CHI ACQUISTA LE COSTOSE CASE DEL RIONE, CON ALTRI 1.500 APPARTAMENTI IN VIA DI REALIZZAZIONE CHE FINIRANNO PER INTASARE LA VIABILIYA' INTORNO ALLA NUOVA SEDE DEL MUNICIPIO A VIA FRACCHIA, E PER AFFONDARE DEL TUTTO LA SUPERSTITE VIVIBILITA' DEL QUARTIERE !!!
UN ALTRO ESEMPIO DELL'URBANISTICA A ROMA IN ETA' VELTRONIANA, CARO MARCHIONNE, ED ALMENO DOVRESTE FARE UN PO' DI AUTOCRITICA PRIMA DI AVERE IL CORAGGIO DI RIPRESENTARVI NEI QUARTIERI CHE AVETE LASCIATO ALL'ARBITRIO DEI GRANDI GRUPPI !!

PORTA DI ROMA - UN' ELOQUENTE INCHIESTA DEL MENSILE LA QUARTA

IL MENSILE LAQUARTA, MENSILE INDIPENDENTE DEL MUNICIPIO IV DI ROMA, CHE ORA POTETE TROVARE ANCHE IN RETE COME "LAQUARTAONLINE", AL SEGUENTE LINK:
ha dedicato un approfondito e fondamentale servizio nel numero di novembre 2008, che abbiamo già precedentemente segnalato con notizia breve, al "panorama sconcertante di una periferia nord di Montesarco in stato di abbandono", una zona in cui il comune di Roma ha concesso "allegramente" migliaia di concessioni, e da cui avrebbe voluto CON LA FAMIGERATA DELIBERA BUFALOTTA (DEL. GIUNTA COM. N. 218/2007), togliere opere pubbliche e servizi per consentire su quelle aree ai costruttori la realizzazione di ulteriori 2 milioni di metri cubi di edilizia residenziale !! BOCCIATA LA DELIBERA, E BOCCIATA DURAMENTE LA USCENTE GIUNTA VELTRONI !!
UN ARTICOLO DI RICCARDO DE CATALDO, FONDAMENTALE, DA LEGGERE TUTTO !
"Una viabilità rivoluzionata, fatta di stradoni, rotatorie improvvise, marciapiedi inesistenti, circolazione improvvisata e verde pubblico in stato di putrefascenza"..., "vede, questo è il nostro giardino promesso e la signora mostra al giornalista un terreno reso stagno dalle piogge...è un ricettacoli di rifiuti e animali di ogni tipo, dalle nostre case si sente una puza terrificante...".
E POI QUALCUNO ANCORA SI CHIEDE PERCHE' E' STATO DURAMENTE BOCCIATO ALLE ELEZIONI COMUNALI E MUNICIPALI IL COSIDDETTO "MODELLO ROMA", DI CUI GOFFREDO BETTINI CERCA ANCORA IMPROBABILI RIVINCITE ! VIENI A PORTA DI ROMA, BETTINI, VIENI A PORTA DI ROMA, SE VUOI VERAMENTE CAPIRE PERCHE' LA CITTA' VI HA RIPUDIATI !!!
QUELLO CHE E' STATO CONSENTITO DA VOI AI GRANDI PALAZZINATI, E PROPRIO QUI "ALCUNE CASE DI CALTAGIRONE APPAIONO COME SCHELETRI DI CEMENTO", LASCIATE A DEGRADARSI SOTTO LA PIOGGIA, "INIZIATE E SUBITO BLOCCATE, FIN QUANDO NON SI VENDERANNO LE ALTRE" !!!

UN AUGURIO PER LA FINE D'ANNO AI NOSTRI LETTORI ED UN APPELLO: AIUTATECI A DIFFONDERE TG-ROMA TALENTI

CARI LETTORI, IN OCCASIONE DELL'AVVICINARSI DELLA FINE D'ANNO,DELL'APPROSSIMARSI DI UN ANNO DI ATTIVITA' DI QUESTO BLOG, RITENIAMO DI PORTARVI I NOSTRI SALUTI ED AUGURI IN MODO NON CONVENZIONALE.
TG ROMA-TALENTI E' STATO PENSATO PER VOI, COME UNO STRUMENTO DI INFORMAZIONE, SIA PUR NON PERIODICO E NON CONVENZIONALE, UNO STRUMENTO DI INFORMAZIONE, COLLEGAMENTO DELL'OPINIONE PUBBLICA, E MOBILITAZIONE DELLA GENTE PER LA DIFESA DEL NOSTRO QUARTIERE, MONTE SACRO ALTO, E DEL NOSTRO MUNICIPIO IV DI ROMA.
Noi non ce ne andremo, come tanti hanno pensato di fare davanti alla cementificazione selvaggia di questi ultimi anni (Rione Rinascimento, Art. 11 Fidene-Val Melaina, Porta di Roma, etc.), resteremo qui a batterci per la difesa della vivibilità del quartiere di Roma in cui noi, e le nostre famiglie, abbiamo abitato talvolta da decenni.
Allora, tu che leggi i nostri articoli e la documentazione che ti proponiamo, che guardi i nostri video, che segui il nostro canale web-tv sempre presente sulle principali tematatichedel Municipio, se apprezzi tutto lo sforzo che viene fatto per mettere a disposizione di tutti questo strumento, che ottiene ormai dai motori di ricerca un'attenzione praticamente immediata, come puoi tu stesso verificare, e che viene mandato avanti a titolo di puro volonariato, SEGNALA IL NOSTRO BLOG AI TUOI PARENTI ED AMICI, FACCI PUBBLICITA', AIUTACI AD ENTRARE NELLE CASE DI UN NUMERO SEMPRE MAGGIORE DI ABITANTI DI MONTESACRO E DEL MUNICIPIO IV !
Se volete, e se naturalmente amici e parenti si rendono disponibili nel rispetto della normativa sulla Privacy, FATE COPIA ED INCOLLA dai nostri indirizzi che vi riportiamo qui sotto :
http://tg-talenti.blogspot.com/
http://www.youtube.com/user/iltalentuoso
ED INVIATELI LORO CON UNA E-MAIL! GRAZIE !!!

QUESTO AUMENTERA' LA NOSTRA, E LA TUA, FORZA !!
E SOPRATTUTTO AIUTACI, INVIACI SEGNALAZIONI, FOTO, DOCUMENTAZIONE CHE RITIENI INTERESSANTE PER LA VITA E PER LA DIFESA DELLA VIVIBILITA' DEI NOSTRI QUARTIERI, RIPRENDEREMO TUTTO !!!
ANCORA CORDIALI SALUTI ED AUGURI PER UN FELICE 2009 !

SALVIAMO MONTESACRO DALL'ASSEDIO DEL CEMENTO: UN APPELLO DI ITALIA NOSTRA E COMITATO VIA PASSO DEL TURCHINO

IL PRESIDENTE DEL COMITATO VIA PASSO DEL TURCHINO, IMPORTANTE ESPONENTE ANCHE DI ITALIA NOSTRA, LUIGI CHERUBINI, TORNA A LANCIARE UN FORTE APPELLO CONTRO LA CEMENTIFICAZIONE DI MONTESACRO, PARLANDO DELL'ESPOSTO PRESENTATO DALLA RETE NUOVO MUNICIPIO IV E DAL COMITATO DI VIA PASSO DEL TURCHINO CONTRO IL PROGRAMMA DI RECUPERO URBANISTICO (P.R.U.) COSIDDETTO "ART. 11 FIDENE-VAL MELAINA".
Si tratta di un programma dai contenuti devastanti, a cui il nostro canale web-tv aveva dedicato vari servizi, che qui di seguito riprendiamo , partendo DALLA PERVICACE INDISPONIBILITA' DEL SINDACO VELTRONI AD ACCETTARE UN SERIO CONFRONTO CON TANTE ASSOCIAZIONI E COMITATI CHE SI OPPONEVANO AL PROGRAMMA, PRECOSTITUENDO COSI' QUELLE MAGGIORANZA TRASVERSALE CHE AVREBBE POI BOCCIATO LA DELIBERA BUFALOTTA IL 19 DICEMBRE 2008 AL MUNICIPIO IV, ecco i link:
Primo appello del comitato Parco delle Betulle:
http://www.youtube.com/watch?v=XzeGOmGWIjs&feature=PlayList&p=E108893C73173FD7&index=0
Rilancio dell'appello a Veltroni da parte di Tg-Roma Talenti:
http://www.youtube.com/watch?v=OcZlBI7QWLs&feature=PlayList&p=E108893C73173FD7&index=1
http://www.youtube.com/watch?v=z96phmgVc7A&feature=PlayList&p=E108893C73173FD7&index=2
Inizio dei lavori a via Passo del Turchino:
http://www.youtube.com/watch?v=OcwYQ-5xV2w&feature=PlayList&p=E108893C73173FD7&index=3
http://www.youtube.com/watch?v=tCoC5qCGzWI&feature=PlayList&p=E108893C73173FD7&index=5
Lavori intorno al Liceo Nomentano:
http://www.youtube.com/watch?v=fyUfhmXhGEQ&feature=PlayList&p=E108893C73173FD7&index=6
http://www.youtube.com/watch?v=6_uKvv_Bj68&feature=PlayList&p=E108893C73173FD7&index=7
Il Mensile La Quarta, nel numero di novembre, rilancia il forte appello del presidente Cherubini.
L'ESPOSTO PRESENTATO E' ATTUALMENTE ALL'ESAME DEL SINDACO DI ROMA, DEL PRESIDENTE DEL MUNICIPIO IV, E DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA.



VIALE TIRRENO COM'ERA 70 ANNI FA -UN'INTERESSANTE IMMAGINE PUBBLICATA DA LA QUARTA


IL MENSILE LA QUARTA DEDICA UN ARTICOLO DAL SIGNIFICATIVO TITOLO "RIONE DECADIMENTO" ALLO STATO DEI LAVORI DI RIONE RINASCIMENTO

IL MENSILE LA QUARTA, MENSILE DEL MUNICIPIO VI CHE POTETE TROVARE E SCARICARE AL SEGUENTE LINK:
HA DEDICATO NEL SUO NUMERO DI NOVEMBRE 2008 UN ARTICOLO, A FIRMA LUCA CONIGLIO, ALLO STATO DEI LAVORI DEL COMPRENSORIO URBANISTICO RIONE RINASCIMENTO, CHE NOI AVEVAMO ILLUSTRATO IN UN NOSTRO RECENTE VIDEO DAL TITOLO "RIONERINASCIMENTO - QUALITA' PER VIVERE ?:
Nell'articolo si ricorda che:
-il Parco Talenti, verso il quale dovevano affacciarsi appartamenti venduti ed in corso di vendita a carissimo prezzo, NON E' STATO ANCORA REALIZZATO !;
-che la gente, appena acquistata casa, già si pente e scappa;
-al Rione si continua a costruire, ma solo case, senza servizi e senza ancora parte della viabilità d'obbligo a ben 9 anni (SI NOVE !) dalla delibera di Consiglio Comunale che aveva approvato l'accordo.
Si sottolinea che: "il Rione Rinascimento non è un rione, bensì un obrobrio edilizio, figlio della cementificazione salvaggia che sta uccidendo il nostro quartiere, mlato sempre più terminale" !!".
LO STATO DEL COMPRENSOIO E' TALE CHE IL GIORNALISTA LO DEFINISCE EFFICACEMENTE CON IL TERMINE "RIONE DECADIMENTO" !!

INTERVISTA DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AMBIENTE E URBANISTICA-MUNICIPIO IV SU CEMENTIFICAZIONE, ED ACCORDI URBANISTICI-RIONE RINASCIMENTO

SEMPRE DAL NUMERO DI NOVEMBRE DEL MENSILE LA QUARTA, RIPRENDIAMO UN INTERESSANTE ARTICOLO SULLA CEMENTIFICAZIONE DEL MUNICIPIO IV, DAL TITOLO "CEMENTIFICAZIONE IN IV, COSA POSSONO FARE E STANNO FACENDO LE NOSTRE ISTITUZIONI LOCALI ?", SCRITTO DAL GIORNALISTA LUCA CONIGLIO (che fra l'altro preghiamo di mettersi in contatto con noi).
Si tratta fra l'altro dei progetti articoli 11, su cui abbiamo recentemente pubblicato un'intervista al presidente Cristiano Bonelli:
http://www.youtube.com/watch?v=n5Lpj1E-uEY&feature=channel_page
E DELLA ANNOSA VICENDA DI RIONE RINASCIMENTO, AL CUI PROPOSITO SI RICORDA LA FORTE PROTESTA DEI RESIDENTI NELLA ZONA PER LA MANCATA REALIZZAZIONE DEL PARCO TALENTI.
Il presidente Ripanucci rassicura il giornalista, dichiarando che "sia più corretto parlare di un ritardo nella realizzazione dell'opera, ma senza dubbio il Municipio opera ed opererà un attento controlo affinchè sia realizzato tutto ciò che è previsto nelle convenzioni" fra comune di Roma e Gruppo Mezzaroma.
TUTTAVIA, QUELLO CHE NON VIENE AFFONTATO E' IL PROBLEMA DELL'ASSOLUTA INCAPACITA' DELLA ZONA DI SOPPORTARE L'ULTERIORE CARICO VIARIO ED URBANISTICO DI QUEGLI ULTERIORI 1.500 APPARTAMENTI PREVISTI, DI CUI SAREBBE STATA AVVIATA LA REALIZZAZIONE DI 750.
COME PUO' REGGERE LA ZONA DELLA NUOVA SEDE MUNICIPALE TANTE INCREDIBILE E SOVRADIMENSIONATO IMPATTO, CHE FINIREBBE PER RENDERLA QUASI IRRAGGIUNGIBILE ??

BUFALOTTA MULTIREGIOSA-UN INTERESSANTE ARTICOLO DEL MENSILE LA QUARTA

RICORDIAMO CHE E' IN DISTRIBUZIONE, MA PUO' ESSERE SOPRATTUTTO SCARICATO AL SEGUENTE LINK: http://www.laquartaonline.it/ IL NUMERO DI DICEMBRE DEL MENSILE "LA QUARTA", CHE PROPONIAMO SEMPRE ANCHE IN SEPARATO BOX PER IL DOWNLOAD QUI SULLA BARRA A DESTRA.
Dal numero di novembre, anch'esso ancora scaricabile, desumiamo un interessante articolo di Massimiliano Cacciotti sulla presenza religiosa multiculturale nella zona della Bufalotta.

Fra l'altro si ripropone la notizia della futura realizzazione, di fronte ad IKEA in un punto dalla viabilità critica, del nuovo Tempio Mormone d'Italia, su cui non ha ancora ricevuto nessuna notizia neanche il Municipio IV.
TUTTO DA LEGGERE !!

ANCORA SU GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE COMUNALE E DELLE CASE POPOLARI ALL'EPOCA VELTRONI

CI STIAMO OCCUPANDO IN MODO APPROFONDITO DELLA DISCUSSA GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE COMUNALE ALL'EPOCA DELLA GIUNTA VELTRONI, vedi da ultimo:
CI SIAMO ANCHE OCCUPATI DELLA CONTESTATA GESTIONE DELLE ASSEGNAZIONI DI CASE POPOLARI DA PARTE DELLA STESSA GIUNTA, vedi:
MA QUEL CHE APPARE DA SOTTOLINEARE E' CHE TALE GESTIONE POCO TRASPARENTE E DAI CONTENUTI FORTEMENTE "POLITICI" -DICHIAMO COSI'- E' STATA MESSA IN OPERA IN QUANTO GESTIRE CASE POPOLARI ED IMMOBILI DA' UN ENORME POTERE ELETTORALE, SUI PIU' DEBOLI, ED UN GRANDE POTERE DI INFLUENZA SU AMICI E POTERI IN CITTA'.
LO ILLUSTRA IN MODO PARTICOLARMENTE EFFICACE, CON RIFERIMENTO ALL'ALTRO SCANDALO IN CUI E' COINVOLTA LA ROMEO GESTIONI, QUELLO DI NAPOLI, UN ARTICLO DI FRANCESCO FORTE SU LIBERO DEL 24 DICEMBRE 2008, che qui riproduciamo

UN INVITO PRESSANTE AD ATAC E COMUNE: RIPRISTINATE LA LINEA ORIGINALE DEL 60 EXPRESS


CI GIUNGONO DA TANTI CITTADINI PRESSANTI RICHIESTE A VOLERCI FARE TRAMITE DI UNA FORTE PROTESTA SULLA MODIFICA DEL TRACCIATO DELLA LINEA ATAC 60 EXPRESS.
Se ne è occupato in due articoli anche il numero di novembre 2008 del mensile La Quarta, a firma Luca Coniglio, che qui riprendiamo.
Caro Sindaco Gianni Alemanno, presidente dell'ATAC, numerosi cittadini del Municipio IV di Roma vi chiedono pressantemente di RIPRISTINARE LA LINEA ORIGINARIA DEL 60 EXPRESS !!!

LA REPLICA DEGLI EX ASSESSORI MORASSUT, MINELLI, D'ALESSANDRO SUL MEGA APPALTO ALLA ROMEO

DOPO IL TRASFERIMENTO DI ATTI DALLA PROCURA DI NAPOLI A QUELLA DI ROMA, CHE LI STA ESAMINAND, SUGLI AFFARI ROMANI DEL POTENTE ALFREDO ROMEO, ECCO CHE BEN 4 EX ASSESSORI DELLA GIUNTA VELTRONI, ROBERTO MORASSUT, CLAUDIO, MINELLI, GIANCARLO D'ALESSANDRO, E MARCO CAUSI, SI RIUNISCONO QUALI UN SOL UOMO A DIFESA DELLA CORRETTEZZA DELL'APPALTO.
Attendendo in proposito il giudizio della Magistratura eloquente, e ricordando quanto detto da Goffredo Bettini al momento dell'imposizione di Roberto Morassut quale segretario regionale del PD (quos vult pedere deus dementat !) sul fatto che tale imposizione sarebbe stata "la rivincita del cosiddetto Modello Roma" (DOVETE LEGGERE IN PROPOSITO quanto scritto da quel galantuomo del deputato del PD Roberto Giachetti: http://www.robertogiachetti.com/?p=343) la risposta PIU' ADEGUATA ci pare quella pubblicata nel Corriere della sera-edizione Roma del 24 dicembre 2008, un articolo a firma Goffredo Buccini dal titolo "Liturgie ed esorcismi. La novena del modello romano".
RIPETO, "QUOS VULT PERDERE DEUS DEMENTAT", OSSIA COLORO CHE IL DIO VUOL MANDARE ALLA PERDIZIONE LI FA IMPAZZIRE !!!


VISITA AI CANTIERI DELLA METRO B1 DA CONCA D'ORO AD ANNIBALIANO-DOMENICA 21 DICEMBRE 2008

Domenica 21 Dicembre 'Roma Metropolitane', la società che sta svolgendo i lavori di costruzione della metro B1, ha organizzato delle visite guidate ai cantieri delle stazioni Conca d'Oro e Annibaliano, dalle 10 alle 17.
VERAMENTE UNA BELLA INIZIATIVA, PROMOSSA DA ROMA-METROPOLITANE CON IL COMUNE DI ROMA PER DIRETTO INTERESSAMENTO DEL SINDACO GIANNI ALEMANNO.
Dopo la troppa opacità e la scarsa apertura al pubblico dell'epoca Veltroni questo è veramente un ben modo di interessare la gente alle importanti iniziative del comune in corso, garantendo la più ampia e trasparente informazione.
Presente a Conca d'Oro dalle 12 anche l'assessore alla mobilità del comune Sergio Marchi, che ringraziamo per l'iniziativa !
Dall'amico Roberto, Mekrob71 di youtube che ringraziamo caldamente,ci è pervenuta una molto interessante relazione, che pubblichiamo con numerose delle sue foto, un documento veramente interessante.
"La mia visita è iniziata alle ore 11 presso il cantiere di Piazza Conca d'Oro. All'entrata dell'area, organizzata con stand e gazebo, vengono distribuiti i numeri per accedere alla visita guidata; si entra a gruppi di 20. Nell'attesa (circa 20 minuti, ma nelle ore successive la fila è aumentata notevolmente...!), uno dei responsabili del cantiere ha illustrato tutte le varie tappe della costruzione della metro B1, mostrando mappe, foto e rispondendo alle numerose domande del pubblico, molto interessato.Inoltre un buffett di pasticcini e bevande (caffè compreso) ha allietato l'attesa dei visitatori.
Giunto il momento della visita, ognuno è stato dotato di caschetto e giacchetta arancione. Ogni gruppo è guidato da un addetto; terminate le operazioni di preparazione si parte con la visita: si scendono un totale di 9 piani di scale mettaliche.Ci sono diversi livelli, che ospiteranno negozi, parcheggi ed altro; l'ultimo, a circa 25-30 metri di profondità, è quello dove passeranno i treni. Come spiegato in dettaglio nella sezione successiva (e corredato da alcune foto che ho scattato), per stabilizzare le pareti dello scavo (spinte dalla pressione della terra e dell'acqua circostante), vengono fissati degli enormi puntoni rossi d'acciaio che poi verrano rimossi man mano che si completa la posa dei diaframmi.A tal proposito, come si può notare anche dalla foto del modellino della sezione del terreno (che nell'area è classificato come alluvionale), in tutta la zona a soli 7 metri di profondità è già presente l'acqua !La parte più interessante è sicuramente la visita alle gallerie scavate dalle due talpe attualmente in azione, partite da Conca d'Oro qualche mese fà.La straordinarietà di queste talpe sta soprattutto nel fatto che (come mostrato nel modellino della foto) sono delle vere e proprie fabbriche viaggianti, lunghe circa 100 metri ed in grado di costruire ogni giorno 10 metri di galleria, completa e rifinita! Infatti non solo 'mangiano' il terreno che trovano davanti, ma, dopo aver rimosso il materiale, rivestono il tunnel con dei conci in cemento armato pre-confezionato, in modo da creare una parete perfetta. Al momento la talpa che sta più avanti delle due si trova all'incirca all'altezza del Luna Park sotto il Ponte delle Valli; successivamente si muoverà verso l'Aniene che supererà scendendo ad una quota di circa 15 metri sotto l'alveo del fiume. Le 2 'canne' partono disposte orizzontalmente in parallelo da Conca d'Oro, per poi riposizionarsi lungo il cammino fino a trovarsi sovrapposte una sull'altra prima di incanalarsi sotto la traccia di Viale Libia; ciò è stato fatto per evitare di doversi districare tra i pilastri sotteranei dei palazzi di viale Libia (come da foto del modellino).
Alcune curiosità sulla scelta del percorso sono state illustrate nel corso della visita all'altro cantiere, quello di Piazza Annibaliano, che ho effettuato sempre nella mattinata di Domenica; il direttore del cantiere ci diceva che in Italia, a differenza di altri posti come Francia o Inghilterra, vige una normativa secondo la quale le stazioni della metro debbano essere sempre rettilinee, cioè non ci possono essere delle fermate in curva. Ciò determina dei vincoli non da poco per il percorso, in quanto ogni banchina deve essere appunto rettilinea e dell'ordine dei 100 metri, per cui eventuali cambi di direzione diventano complicati per via dei limitati raggi di curvatura utilizzabili.Un altro aspetto importante è legato al fatto che l'innesto del percorso in partenza da Piazza Bologna era già stato costruito in precedenza, all'epoca dei lavori della stazione della metro B, dunque ciò ha costituito un vincolo determinante nella scelta del percorso.Un'ultima curiosità riguarda i cosidetti pozzi di ventilazione che per legge devono essere presenti tra ogni stazione; nel tratto Conca d'Oro-Gondar, l'unica zona adatta allo scopo è stat identificata nei pressi del parcheggio della stazione ferroviaria Nomentana ed è per quello che il percorso quindi curva leggermente per passare proprio in quell'area.
Terminata la visita, ad ogni visitatore era data la possibilità di ritirare dei gadget e/o dei depliant che illustrano i lavori e le tecniche utilizzate.
Verso le ore 12 presso il cantiere Conca d'Oro è giunto l'assessore alla Mobilità Sergio Marchi (poco prima aveva visitato anche il cantiere Annibaliano) che ha tenuto un breve discorso.
I punti salienti del suo intervento (sui quali mi sento di dare il mio più totale apprezzamento, CHE CON ROBERTO CONDIVIDIAMO) sono stati principalmente due:
-primo, che il problema principale del traffico di Roma è l'elevatissimo numero di veicoli privati circolanti, quasi uno a persona....un vero record !!
-secondo, che la soluzione sta nel costruire sempre più metropolitane e sempre più parcheggi, ma solo parcheggi di scambio, cioè posizionati in periferia ed in corrispondenza di capolinea di bus e/o metro; ciò allo scopo di disincentivare l'utilizzo del mezzo privato per chi deve muoversi verso il centro città.
Tutti discorsi assolutamente giusti e condivisibili a cui, si spera, seguiranno a breve fatti concreti... Tuttavia.... avrei voluto chiedergli, ma non c'è stata possibilità di farlo, ... come si coniugano queste affermazioni con alcune decisioni prese di recente...? vedi la riapertura di Viale Libia (sempre più intasata in un ingorgo pazzesco che costringe i bus ad impiegare 30-40 minuti per fare meno di 1 km...!!), vedi il taglio netto alla linea del 60 express (tra le più utilizzate di Roma....) che ora arriva solo fino a Termini..... tutte decisioni che vanno nel verso contrario, cioè stimolano l'utilizzo del mezzo privato e umiliano quello pubblico..... , E CHE CHIEDIAMO PROPRIO AL GENTILE E DISPONIBILE ASSESSORE MARCHI DI VOLER RICONSIDERARE !
Riguardo i tempi dei lavori della B1, l'assessore ha confermato che la tratta Bologna-Conca d'Oro aprirà entro il 2011, mentre invece per la fermata Jonio bisognerà attendere fino alla fine del 2013...
Qui di seguito trovate un estratto dal sito http://www.romametropolitane.it/, dalla sezione 'Linea B1' -> 'Come si costruisce'.L'ho integrato, inserendo i riferimenti alle foto che ho scatato.
Rinnovo gli auguri e ti saluto! ciao,Roberto

Prima di scavare per realizzare le stazioni si è lavorato nel sottosuolo per spostare tutte le reti di servizio (acqua, luce, gas, telefono, ecc.) cambiandone i percorsi in modo che non interferiscano con i lavori per la metropolitana. Una volta delimitata l’area di scavo e deviato il traffico, la costruzione di una stazione comincia con la realizzazione dei diaframmi (foto 20081221_05 e 20081221_07) che costituiranno le pareti esterne di una grande scatola di cemento armato: in questo modo si contiene il terreno circostante allo scavo e si impediscono i cedimenti.
Per costruire i diaframmi, delle macchine chiamate idrofrese (oppure macchine più tradizionali nei cantieri a maggiore distanza dagli edifici) scavano in verticale e sostituiscono la terra con un liquido speciale, il fango bentonitico; terminato lo scavo, si inseriscono le gabbie di armatura in acciaio e si riempie lo scavo stesso con calcestruzzo che, a partire dal fondo, risale facendo fuoriuscire il fango bentonitico. Una volta completato il getto, il calcestruzzo viene lasciato maturare fino al raggiungimento della prevista resistenza. Ogni elemento che si realizza ha la forma di un parallelepipedo a base rettangolare, disposto verticalmente all’interno del terreno.Mentre si sta completando la cintura perimetrale costruendo i diaframmi l’uno accanto all’altro, si provvede a consolidare e stabilizzare il terreno al di sotto del fondo della futura stazione con la tecnologia del jet grouting: sonde introdotte nel sottosuolo iniettano ad altissima pressione una miscela di acqua e cemento, che, mescolandosi con il terreno, lo consolida. Questo tampone di fondo impedirà la risalita di acqua dal sottosuolo durante i lavori di scavo della stazione.A questo punto viene costruito con il cemento armato il solettone di copertura della stazione, appoggiandolo sulle paratie già realizzate. Nella costruzione della copertura si lasciano delle aperture, attraverso le quali si introducono le attrezzature e il personale necessari a realizzare lo scavo. Attraverso le stesse aperture si porta via il materiale di risulta degli scavi. Lo scavo sotto copertura, all’interno di una scatola già formata quasi completamente, garantisce la massima stabilità delle opere in corso di realizzazione e riduce notevolmente i problemi legati a polveri e rumori.
Man mano che si scende con lo scavo vengono realizzati i solai orizzontali intermedi della futura stazione, che puntellano la scatola impedendo che la pressione del terreno e dell’acqua di falda deformi la struttura. L’ultimo livello ad essere realizzato è il solettone di fondo, sopra il quale correranno i binari.Nel caso della Stazione Conca d’Oro, invece di realizzare i solai definitivi, sono state montate inizialmente delle poderose travi metalliche (puntoni) (foto 20081221_04, 20081221_28, 20081221_30 e 20081221_31) a contrasto delle paratie. Tale particolarità ha permesso di raggiungere più rapidamente la quota di fondo dello scavo, e quindi di montare prima possibile le T.B.M., che scavano le gallerie a partire dal pozzo di piazza Conca d’Oro verso piazza Bologna.
La T.B.M. (Tunnel Boring Machine), detta anche talpa meccanica (modellino in foto 20081221_49) è una tecnologia all’avanguardia già sperimentata nelle più grandi città del mondo. Scavando nel sottosuolo la talpa non interferisce con il piano stradale, non provoca rischi per la stabilità degli edifici e assicura la salvaguardia del patrimonio archeologico. Lo scavo delle due gallerie della linea B1 viene realizzato ad alcune decine di metri di profondità.Una volta completato il montaggio della macchina all’interno del pozzo di introduzione, la sua testa frontale comincia a scavare il tunnel, protetta da uno scudo cilindrico che sostiene le pareti. Il terreno disgregato dalla fresa viene miscelato con delle schiume o miscele fluide e tenuto in pressione per garantire la stabilità del fronte di scavo. Una volta miscelato, il terreno viene canalizzato verso il retro della talpa meccanica, per essere portato via tramite vagoncini ferroviari (foto 20081221_12 e 20081221_13).Mentre la talpa avanza scavando, un braccio meccanico applica dei conci prefabbricati di cemento armato sulle pareti della galleria. Ogni concio è collegato all’altro da speciali tasselli e la struttura che si ottiene, anello per anello, costituisce il rivestimento della galleria, definitivo e a tenuta sicura (foto 20081221_16, 20081221_17, 20081221_18, 20081221_19 e 20081221_20)Quando la talpa arriva nella stazione, la struttura di quest’ultima deve essere giunta ad un grado di completamento tale da permettere il passaggio della T.B.M.. La talpa riprende il suo avanzamento dall’altra parte della stazione verso la stazione successiva. In termini generali questo è il nodo principale della realizzazione della metropolitana: realizzare le stazioni in tempo perché le T.B.M. non si debbano mai fermare!A piazza Bologna sarà realizzato un pozzo per permettere lo smontaggio delle due T.B.M. senza tornare indietro sino a piazza Conca d’Oro, così da permettere il più rapido avvio dei lavori di finitura delle gallerie, la posa delle rotaie e l’installazione delle linee elettriche.
Una volta terminato lo scavo delle gallerie comincia, nelle stazioni, la realizzazione degli impianti, degli ascensori, delle scale mobili, delle pavimentazioni e in generale di tutte le finiture. Quindi si costruiscono gli accessi con scale fisse e mobili che consentiranno agli utenti l’utilizzo della metropolitana. La progettazione ha curato in modo particolare la qualità architettonica nella realizzazione di ambienti sotterranei spaziosi e totalmente accessibili ai diversamente abili.
OLTRE AI LAVORI DA COMPLETARE RESTA DA RISOLVERE UN PROBLEMA, EREDITA' DELLA GIUNTA VELTRONI, CHE ILLUSTRIAMO CON UN ARTICOLO DA LIBERO DEL 23 DICEMBRE 2008, L'UNICO AD AVERNE SINORA TRATTATO : A SUO TEMPO IL SINDACO VELTRONI NON AVEVA PENSATO DI INCLUDERE NELL'APPALTO ANCHE I TRENI !!CIO' SIGNIFICA CHE, ANCHE SE FOSSERO RISPETTATI I TEMPI PEVISTI, CON APERTURA DELLA LINEA NEL 2012, NON CI SAREBBERO POI I TRENI PER SERVIRLA, O DOVREBBERO ESSERE UTILIZZATI QUELLI DELLA B, RIDUCENDO LA FREQUENZA SU TALE TRATTA !
ANCORA UNA VOLTA GRAZIE, SINDACO VELTRONI, PER UN'ALTRA EREDITA' LASCIATA ALLA CITTA'!!

sabato 27 dicembre 2008

CORTEO DI PROTESTA SABATO 20 DIC. 2008 A VIALE LINA CAVALIERI CONTRO L'ANTENNA SUL PALAZZO ENASARCO

Corteo di protesta del 20 dicembre 2008 nel quartiere Nuovo Salario a Roma, contro l'antenna telefonica che dovrebbe essere installata su un edificio di Piazza de Lucia

IL PRESIDENTE DEL MUNICIPIO IV CRISTIANO BONELLI INCONTRA LA CITTADINANZA CHE PROTESTA CONTRO L'ANTENNA A VIALE CAVALIERI

ROMA- Municipio IV: importanti novità nella vicenda del tentativo dellENASARCO di far montare alla Ericson un antenna base per cellulari tale da poter da vicino irradiare posta come sarebbe sul palazzo al centro di piazza De Lucia 37 - lintero complesso semicircolare di viale Lina Cavalieri,
A seguito della fortissima mobilitazione culminata nella grande manifestazione di sabato 20 dicembre 2008, coordinata dal Comitato Viale Lina Cavalieri in collaborazione con la Rete Nuovo Municipio IV, con voto unanime il IV Municipio di Roma ha approvato un ordine del giorno nel quale si chiede al IX Dipartimento del Comune di Roma, alla Asl, ed al presidente del Municipio, alla Giunta e alla Commissione permanente Ambiente e Urbanistic,a di attivarsi immediatamente con lEnte proprietario ENASARCO per istituire un tavolo al fine di interrompere i lavori per linstallazione dellantenna.
Inoltre il 22 dicembre 2008 il presidente del Municipio IV di Roma Cristiano Bonelli incontra a viale Lina Cavalieri la cittadinanza ed il comitato che sono ormai in mobilitazione permanente, garantendo tutto limpegno della sua amministrazione sia per una delocalizzazione dellantenna di piazza De Lucia, sia per una più ampia rivisitazione delle modalità di queste antenne, come fortemente sollecitato anche dalla Rete Nuovo Municipio IV, che sta costruttivamente operando a fianco del Comitato di Viale Lina Cavalieri.
Lubicazione inverosimile dellantenna, la fortissima mobilitazione del quartiere, limpegno forte della presidenza del Municipio e del Consiglio pongono ancora una volta il più ampio problema che si giunga quanto prima magari a partire proprio dal caso di viale Cavalieri- a nuove e meglio partecipate forme di individuazione dei nuovi siti per antenne di telefonia cellulare, al fine di evitare allarmi nella cittadinanza, ed inevitabili ritardi anche per la aziende costruttrici, dovuti alle inevibtali mobilitazioni che avvengono in questi casi a causa dellallarme nella cittadinanza per la salite propria e dei propri congiunti, specie bambini.
REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON COMITATO VIALE LINA CAVALIERI.

MOBILITAZIONE A VIALE LINA CAVALIERI PER ANTENNA IN VIA DI INSTALLAZIONE SU PALAZZO ENASARCO P. DE LUCIA 37

PARTE PRIMA
Dal 12 dicembre 2008 forte mobilitazione a viale Lina Cavalieri, nel Municipio IV di Roma, contro l'installazione di un'antenna radio-mobile da parte della Erikson sopra un edificio per uffici di proprietà dell'ENASARCO a piazza Fernando De Lucia 37.
Una posizione incredibilmente inadatta, perchè l'antenna, ubicata sopra un palazzo posto al centro del grande edificio semicircolare lungo il viale, verrebbe ad irradiare da brevissima distanza centinaia di appartamenti.
Grande mobilitazione, con cortei, raccolte di firme, e manifestazioni, all'ultima delle quali, lunedì 22 dicembre interviene lo stesso presidente del Municipio IV Cristiano Bonelli, dopo un voto bipartizan all'unanimità in cui il consiglio del municipio ha espresso la sua ferma contrarietà all'installazione (vedi parte seconda).
REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON IL COMITATO VIALE LINA CAVALIERI-NO ALL'ANTENNA.

mercoledì 24 dicembre 2008

TG ROMA-TALENTI augura a tutti gli amici, i lettori, i cittadini del Municipio IV di Roma tanti cari auguri di Buona Natale e Felice Anno nuovo, con la speranza che ci porti mometi di serenità, ed un miglioramento del difficile momento attuale, con qualche bella sorpresa per il nostro territorio, e tutta la nostra città.
AUGURI A TUTTI !!!!

martedì 23 dicembre 2008

LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA ACCENDE UN FARO SUGLI APPALTI DELLA ROMEO A ROMA

IL CORRIERE DELLA SERA -EDIZIONE ROMA DI OGGI 23 DICEMBRE 2008, SEGNALA UNA FORTE ACCELLERAZIONE DELL'INCHIESTA ROMANA SUGLI AFFARI DELLA ROMEO GESTIONI CON LE GIUNTE RUTELLI E VELTRONI, in un articolo dal titolo:
La Procura accende un faro sugli appalti della Romeo. Sotto esame: "attenzionati" lavori e contratti in attesa delle carte napoletane". Un ampio monitoraggio di atti e gare.
"CASE E STRADE, GLI APPALTI NEL MIRINO DEI PM".
DALL'ARTICOLO EMERGONO ANCHE ALTRI DUE ASPETTI SINGOLARI:

-che la Romeo Gestioni era andata ulteriormente consolidandosi con alcune convenzioni con la Consip nel 2006, all'epoca del governo Prodi, convenzioni a cui aveva fatto seguito la gestione degli edifici della Presidenza del Consiglio e addirittura del Ministero dell'Interno;
-che la stessa Romeo era stata anche coinvolta nella GEPRA, ossia la società che aveva avuto l'incarico da parte della Regione Lazio di gestire, in realtaà per venderli, gli immobili delle ASL della Regione Lazio stessa.
IL PRESIDENTE DELLA REGIONE PIERO MARRAZZO STA EVIDENTEMENTE PREOCCUPANDOSI, IN QUANTO ANNUNCIA UN "DIBATTITO PUBBLICO SUGLI ALLOGGI REGIONALI VENDUTI".
Chissà cosa verrà fuori da questo altro ennesimo filone d'affari in cui la Romeo Gestioni risulta coinvolta ?

a

L'ALLARME SULLA ROMEO ERA STATO GIA' LANCIATO NEL 2004 DAL PRESIDENTE DELL'INPDAP AL SENATO

DAL CORRIERE DELLA SERA-EDIZIONE ROMA DEL 22 DICEMBRE 2008 -
L'ALLARME SULLA'IMPRESA ERA STATO GIA' LANCIATO AL SENATO NEL 2004 DA MARCO STADERINI, CHE, DIVENUTO PRESIDENTE DELL'INPDAP, AVEVA DOVUTO CONSTATARE, FRA 1995 E 1996 UNA RIDUZIONE DEI REDDITI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DELL'ENTE, DAL 3% DEL 1995, AD UN AMMANCO DEL 6% DEL 1996 !!
VOGLIAMO RIFLETTERE, TENENDO PRESENTE CHE ROMEO HA GESTITO IL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI ROMA AL 1997 AD OGGI, QUANTO HA PERSO, OSSIA QUANTO ABBIAMO PERSO NOI CITTADINI, IN TERMINI DI REDDITIVITA' DI UN PATRIMONIO CHE DOVEVA SERVIRE A RIDURRE LE NOSTRE TASSE E A DARE UNA MANO AI CITTADINI IN DIFFICOLTA' ???

SCANDALO ROMEO A ROMA: ORA L'ATTENZIONE SI CONCENTRA ANCHE SULLA GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI ROMA

ALTRO PAGINONE DEL CORRIERE DELLA SERA-EDIZIONE ROMA DI LUNEDI' 22 DICEMBRE 2008, CHE CONINUA A SEGUIRE LE EVOLUZIONI DELLO SCANDALO ROMEO A ROMA, sempre a firma di Lavina di Gianvito e Ernesto Menicucci, dal titolo:
"Case comunali. oggi il dossier Romeo. Antoniozzi (assessore al Patrimonio del comune di Roma): possibile revoca alla Romeo", dell'affidamento della gestione egli immobili comunali, risalente al 1997, giunta Rutelli, confermato nel 2005 in piena epoca Walter Veltroni.
PARLA L'ASSESSORE ANTONIOZZI: "verifica totale sull'appalto e su tutti i suoi aspetti".

E' iniziato un ampio lavoro di verifica sui contratti che il sindaco Alemanno vuole affidare - e fa bene-ad una vera e propria commissione d'inchiesta.

SULL'AFFIDAMENTO A ROMEO DELLA GESTIONE CASE COMUNALI ADRIANA SPERA S'ERA RIVOLTA A MINELLI, CHE NON RISPOSE !

SULLO STESSO PAGINONE DEL CORRIERE DELLA SERA-EDIZIONE ROMA DI DOMENICA 21 DICEMBRE 2008 UN ALTRO ARTICOLO DI ILARIA SACCHETTONI, CHE RIFERISCE DI UN INTERESSAMENTO DI ADRIANA SPERA DI RIFONDAZIONE COMUNISTA A PROPOSITO DELL'ALTRO GRANDE APPALTO TOCCATO AD ALFREDO ROMEO, QUELLO DELLA GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE COMUNALE, DAL TITOLO:
"Gestione Case - Rendiconto oscuro anche per i consiglieri comunali. CHIESI A MINELLI (DICE LA SPERA), NON MI RISPOSE MAI. MA UN UOMO DI ROMEO MI INVITO A PRANZO (!!!).
Leggetevi questo articolo, la dice lunga su qual'era il clima a Roma nei meandri del potere veltroniano, di cui Claudio Minelli ha rappresentato sino alla fine uno dei pilastri, non a caso uno dei tre a spendersi sia in comune che al Municipio IV per l'approvazione della contestatissima delibera Bufalotta, nei caldi giorni del 18-19 dicembre 2007.
Andatevi alla fine a rileggere anche un nostro articolo su come funzionavano nello stesso periodo e con lo stesso clima le assegnazioni di case popolari:

CONTRO L'AFFIDAMENTO DELL'APPALTO SULLA VIABILITA' A ROMA A ROMEO C'ERA ANCHE UN'ALTRA SENTENZA DEL TAR

IL CORRIERE DELLA SERA -EDIZIONE DI ROMA DI DOMENICA 21 DICEMBRE 2008 DEDICA UN ARTICOLO IN COPERTINA ED UN PAGINONE ALLE NOVITA' SULLO SCANDALO DELLA ROMEO GESTIONI A ROMA.
"Contro l'appalto di Romeo un'altra sentenza del TAR", di Lavinia Di Gianvito, e Ernesto Menicucci.
Ne risulta che Romeo non aveva presentato due fideiussioni bancarie e dunque l'appalto non avrebbe potuto neanche essergli affidato !

INOLTRE, ECCO CHE FRA TANTI CONSIGLIERI DEL CENTRO SINISTRA, A LAMENTARSI -ORA E NON ALLORA-: "LE COSE CI PASSAVANO SULLA TESTA....!", POVERETTI !!!
FRA QUELLI CHE ORA SI CHIAMANO FUORI IL CORRIERE DELLA SERA CITA FRANCESCO SMEDILE, SECONDO IL QUALE DI APPALTI DEL GENERE NON SE NE SAREBBE DOVUTO FARE UNO, MA 3/4, E MARRONI CHE SI DICHIARA CONTARIO ALL'APPALTO, ANCHE SE ORA SOSTIENE CHE "LA QUESTIONE MORALE DA NOI NON ESISTE" (!).

SEGNALAZIONE DI DUE GRU A POSSIBILE RISCHIO LUNGO VIA RICCARDO BACCHELLI-RIONE RINASCIMENTO

QUALCHE GIORNO FA AVEVAMO SEGNALATO IN UN NOSTRO VIDEO IL FATTO CHE DUE DELLE ALTE GRU DI UNO DEI CANTIERI DI RIONE RINASCIMENTO TERZO ERANO UBICATE PROPRIO SUL MARGINE DELLO SCAVO, INVASO DALL'ACQUA, CHIEDENDOCI SE LA COSA NON FOSSE RISCHIOSA, VISTE LE FORTI PIOGGE:
http://www.youtube.com/watch?v=iHqWvrpIP00&feature=channel_page
EBBENE POSSIAMO SEGNALARE CHE, NONOSTANTE I DISAGI ED I PROBLEMI INEVITABILMNTE LEGATI AL TRASFERIMENTO DEGLI UFFICIO AVVENUTO IN SETTIMANA, SU CUI ABBIAMO FORNITO AI CITTADINI PRECISA DOCUMENTAZIONE, LA NECESSITA' DI CONTROLLI E' STATA GIRATA AL COMANDO VIGILI URBANI IN DATA DI OGGI 23 DICEMBRE 2008.
RINGRAZIAMO IL MUNICIPIO IV PER LA SUA PRESENZA SUL TERRITORIO !
TG-Roma Talenti

NUOVA CEMENTIFICAZIONE A SETTEBAGNI DELLA ZONA DI ESONDAZIONE DEL FIUME TEVERE

RIVEVIAMO DALLA RETE NUOVI MUNICIPIO 4, E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO -
REALIZZAZIONE DI NUOVE STRUTTURE FRA CUI TRE PISCINE COPERTE, CENTRO DI RISTORO, SALA CONVEGNI, E FORESTERIA, OSSIA UN ALBERGO,IN FASCIA GOLENALE DEL TEVERE A GRAVISSIMO RISCHIO DI ESONDAZIONE (per l'ubicazione vedi le due eloquenti fotoaeree qui pubblicate).
Non passa giorno senza che si attenti all'equilibrio ambientale del nostro territorio, il IV Municipio, già sottoposto da anni ad un processo di cementificazione che non ha forse avuto eguali in nessun'altra parte della capitale con pesanti e gravi ripercussioni negative sulla qualità della vita dei suoi abitanti.
Italia Nostra, con il comunicato che riporto in allegato e che vi prego cortesemente di leggere e diffondere, segnala che qualcosa di molto strano e certamente poco chiaro sta accadendo nell'area situata tra il Tevere e la via salaria, di fronte al quartiere Settebagni, dove è insediato il centro sportivo privato di 20 ettari del “Salaria sport village": l’impianto sportivo si sta ampliando con nuove strutture destinate a ben tre piscine coperte, servizi di ristoro, sala convegni di circa 400 mq e foresteria con 41 camere.L'associazione Rete Nuovo Municipio IV convide e fa proprie le preoccupazioni e gli interrogativi di Italia Nostra e alla quale garantisce fin da ora il proprio più completo sostegno e collaborazione nell'azione volta ad accertare la completa legalità dell'iter e degli atti che hanno portato ad autorizzare detto intervento in un area che fa parte dell'Agtro Romano.In particolare ci domandiamo se il IV Municipio sia mai stato investito della questione da parte dei competenti uffici comunali anche mediante la trasmissione di progetti o quant'altro, che oggi dovrebbero risultre agli atti, se sia stato richiesto un suo parere al riguardo, se le competenti istanze tecniche e politiche del Municipio abbiano mai espresso un qualche valutazione al riguardo.Di tutto ciò chiediamo lumi ovviamente prima di tutto all'attuale Giunta, che in questi ultimi giorni abbiamo visto rispondere positivamente e rapidamente alle richieste dei cittadini., ma sollecitiamo anche l'aiuto di tutti i consiglieri municipali per fare chiarezza e impedire che il territorio del IV Municipio venga nuovamente e irresponsabilmente manomesso. Sollecitiamo le altre Associazioni e Comitati del IV Municipio a sostenere insieme a noi l'azione di Italia Nostra e sollecitare chiarimenti sulla questione dal IV Municipio.
Per l'Associazione Rete Nuovo Muncipio IV Marcello
Paolozza

COMUNICATO DI ITALIA NOSTRA
Associazione Nazionale per la Tutela
del Patrimonio Storico, Artistico e Naturale
Sezione di Roma
00192 - Roma – Via dei Gracchi 187
Tel. 06/45439118 - Fax 06/45439048
e-mail:
italianostra@italianostraroma.it
Roma, 22.12.08
"
ITALIA NOSTRA HA INIZIATO UNA VERIFICA SULLO STATO DELLE AREE LUNGO IL TEVERE, INTERESSATE NEI GIORNI SCORSI DAI RISCHI DOVUTI AGLI ALLAGAMENTI.
IL PRIMO CASO PRESO IN ESAME RIGUARDA L’AREA SITUATA TRA IL TEVERE E LA VIA SALARIA, DI FRONTE AL QUARTIERE SETTEBAGNI, DOVE È INSEDIATO IL CENTRO SPORTIVO PRIVATO DI 20 HA DEL “SALARIA SPORT VILLAGE” DOVE SONO IN ATTO LAVORI PER NUOVE CUBATURE.
Risulta che attualmente l’impianto sportivo si sta ampliando con nuove strutture destinate a ben tre piscine coperte, servizi di ristoro, sala convegni di circa 400 mq e foresteria con 41 camere. L’area risulta destinata, tuttora, anche dal nuovo Piano Regolatore, ad “agro romano” che non permetterebbe l’edificazione di tali cubature. L’ampliamento descritto, attualmente, è già in fase di attuazione pur non risultando sul cartello del cantiere alcun permesso di costruire rilasciato dal Comune, ma soltanto il provvedimento emesso il 18 giugno 2008 dal “Commissario Delegato per lo svolgimento dei Mondiali di Nuoto Roma 2009”.
Il caso presenta forti dubbi sulla validità procedurale dell’intera pratica:
a) il decreto nazionale n. 3489 del 2005 all’articolo 5 descrive che le opere possono derogare dai vincoli, ma non dalla destinazione del PRG, se non dopo una concertazione con l’Assessore all’Urbanistica, seguita da una delibera della Giunta Comunale. Questi atti non si riscontrano in alcuno dei documenti allegati al provvedimento del commissario;
b) risulta al contrario che il Comune di Roma e la Provincia di Roma hanno espresso entrambi un parere NON FAVOREVOLE sia all'ampliamento che al potenziamento degli impianti esistenti, rilevando la “non trasformabilità dell’area interessata”;
Tenuto conto di tali informazioni ed avendo ricevuto anche la protesta dei cittadini della zona, Italia Nostra chiede a Regione, Provincia e Comune di fare chiarezza su tutti i passaggi che erano necessari a realizzare tali cubature ed in particolare se è stata approvata una eventuale variante alla destinazione d’uso di piano regolatore ad “agro romano”.
Inoltre Italia Nostra ha richiesto al Commissario l’accesso alle documentazioni in quanto non risultano in possesso né degli uffici del IV Municipio né del Dipartimento comunale competente. Per informazioni : 338.1137
155"

ANCHE IL SINDACO GIANNI ALEMANNO SU YOUTUBE PER COMUNICARE CON I CITTADINI

DAL CORRIERE DELLA SERA DEL 21 DICEMBRE 2008 - EDIZIONE DI ROMA
ANCHE IL SINDACO GIANNI ALEMANNO, PER COMUNICARE MEGLIO CON LA CITTADINANZA, VA SU YOUTUBE, ED ATTIVA UN SUO CANALE.
Il primo forte messaggio è quello che sul deficit la sfida è vinta, e che, superati mesi difficili finalmente l'Amministrazione comunale sarà in grado di mettere maggiori risorse a disposizione anche dei Municipi, una notizia importante.
Leggi l'articolo di Francesco Di Frischia.

LO SCANDALO DELLA ROMEO GESTIONI: COME E' NATO A NAPOLI.

La drammatica vicenda, in via di estensione anche ai rapporti fra politica ed affari a Roma, che ha portato all'arresto di ben 4 assessori della giunta comunale di Napoli, tutti del PD,a seguito delle inchieste della procura sugli appalti affidati alla Romeo Gestioni del potentissimo Alfredo Romeo.
Nonostante ciò il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, che dichiara di essere all'oscuro di ogni cosa, continua a rifiutare di dimettersi, trovandosi nella buona compagnia del governatore della Campania Antonio Bassolino, che continua a rifiutare le sue dimissioni da oltre un anno.
Una testimonianza di cosa voglia ancora veramente dire il cosiddetto rinnovamento nel PD di Walter Veltroni.
Ossia l'incapacità di assumersi direttamente, come avviene nelle democrazie occidentali evolute, le proprie responsabilità a seguito di gravissime disfatte elettorali e politiche quali quelle che hanno colpit negli ultimi mesi il PD nazionale e locale (Liguria, Roma, Napoli, Toscana, Abruzzo, etc.), con l'unico gesto accettabile, le dimissioni e l'abbandono delle leve del comando ad altri !

lunedì 22 dicembre 2008

ROMA-MUNICIPIO IV: INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE E VIA U.FRACCHIA - SABATO 22 DIC. 2008

Lunedì 22 dicembre 2008 un momento importante per il Municipio IV di Roma: grazie all'impegno della nuova giunta municipale Bonelli ed al forte supporto del nuovo sindaco di Roma Gianni Alemanno, ed alla presenza delle autorità del municipio e di rappresentanti del comune di Roma e della Regione Lazio, viene finalmente inaugurata a via Umberto Fracchia la nuova sede del Municipio IV di Roma, l'undicesima città italiana, che riceve fonalmente dall'amministrazione comunale centrale -dopo anni di disattenzione- tutta l'attenzione che merita

STA PER ESPLODERE ANCHE A ROMA LO SCANDALO DELLA ROMEO

STA PER ESPLODERE ANCHE A ROMA, PROBABILMENTE CON PESANTI CONSEGUENZE SU AMMINISTRATORI ED ATTI DELLE PASSATE GIUNTE RUTELLI E VELTRONI, IL GRANDE SCANDALO APPENA SCOPPIATO A NAPOLI SUL CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE SULLA MANUTENZIONE DELLA VIABILITA' DELLA CITTA':
Esplode in settimana la devastante inchiesta che colpisce l'Amministrazione Comunale di Napoli, con l'arresto di ben 4 assessori del PD, mentre il sindaco Rosa Russo Iervolino continua a rifiutare di dimettersi ma non riesce a trovare nessuno che li sostituisca:
Emerge da questa inchiesta all'attenzione della nazione la situazione della potentissima società Romeo di Alfredo Romeo, operante nei due settori di Romeo-Gestioni e Romeo-realizzazioni.
La Romeo ha acquisito negli anni appalti miliardari non solo con il comune di Napoli, ed importanti organi dello Stato, ma anche con il comune di Roma, ove gestiva sotto le giunte Rutelli e Veltroni, sino agli inizi dello scorso mese di novembre, un contratto di global service sulla manutenzione della viabilità del tutto simile a quello ora oggetto di indagine a Napoli, poi revocato dal nuovo sindaco Gianni Alemanno a seguito della gravissime inadempienze che erano state una delle cause dei gravissimi problemi legati alla prima alluvione di quest'anno in città, quella di novembre.
Mentre la giunta Alemanno, proprio in queste ore, si sta preparando a revocare alla Romeo anche l'altro grande appalto sulla gestione del patrimonio immobiliare comunale, ecco che, a seguito di una serie di signficative intercettazioni, l'inchiesta sta probabilmente per abbattersi su atti ed amministratori delle due giunte Rutelli e Veltroni.
Dalle ultime notizie di ieri sera appare anche evidente il tantativo fatto da qualcuno, per riuscire in qualche modo a fermare l'inchiesta, da cui emergono preoccupanti contiguità, sopravvissute per anni alla prima tangentopoli, fra il mondo dei grandi affari, di cui Romeo rappresenta un vero simbolo, classi politiche locali e nazionali, fra cui varie amministrazioni che fanno oggi riferimento al PD, e finanche pezzi di quella magistratura che negli anni scorsi, dopo l'allontamento di Agostino Cordova da Napoli, era stata a lungo "distratta" su alcuni dei grandi problemi della città.

ANTENNA SU PALAZZO ENASARCO VIA LINA CAVALIERI: ASSEMBLEA PER OGGI LUNERDI' 22 DIC. ALLE ORE 17 DI FRONTE AL N.C.46 - ROTONDA FRONTE BANCA INTESA

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO DALLA RETE NUOVO MUNICIPIO IV -

OGGI POMERIGGIO, ALLE ORE 17, IL COMITATO DI CITTADINI CHE SI STA BATTENDO CONTRO L'INSTALLAZIONE DELL'ANTENNA SUL PALAZZO ENASARCO A VIA LINA CAVALIERI HA ORGANIZZATO UN ASSEMBLEA, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DEL MUNICIPIO IV CRISTIANO BONELLI.
L'APPUNTAMENTO E' DI FRONTE AL N.C. 46, SULLA ROTONDA DI FRONTE A BANCA INTESA (pubblichiamo due foto del luogo).
TUTTI I CITTADINI DELLA ZONA SONO INVITATI A PARTECIPARE E A MOBILITARSI.


Pubblichiamo, inviataci dalla Rete Nuovo Municipio IV, il comunicato del Comitato via Lina Cavaliere:
"COMUNICATO STAMPA
C’era tantissima gente questa mattina (
SABATO 20 ALLE ORE 10) alla manifestazione per dire “NO” all’antenna che sta venendo montata sul palazzo dell’ENASARCO di piazza Fernando De Lucia (PUBBLICHIAMO UNA FOTO DEL PALAZZO INCRIMINATO).
Ancora una volta il tempo è stato dalla loro parte: in settimana le piogge avevano ostacolato i lavori, poi interrotti per gravi carenze in materia di sicurezza sul lavoro, e oggi il sole è stato uno stimolo in più per scendere in strada. Il corteo è partito puntuale intorno alle 10 di mattina da sotto il sito incriminato e si è snodato lungo le strade del quartiere. Sono state percorse viale Lina Cavalieri, via Pian di Sco per giungere fino a piazza Filattiera e ritorno lungo lo stesso tragitto. Dalle finestre in tanti applaudivano e molti si sono vestiti e si sono uniti ai manifestanti. Rumorosi, colorati, allegri i manifestanti hanno gridato tutta la loro indignazione per una decisione presa da altri e che mette in pericolo la salute di un’intera comunità.
È stato – ha detto il presidente del comitato “viale Lina Cavalieri”, Daniela Caramel – un evento epocale per il quartiere. Mai si era vista tanta partecipazione, segno che il problema è veramente sentito. Siamo molto soddisfatti perché siamo riusciti a raggiungere molti cittadini che erano ignari della questione, il comitato sta crescendo con tanta gente che si unisce a noi ogni giorno, e poi è stata una bellissima manifestazione. Erano presenti – conclude Caramel – anche molti bambini perché questa è una battaglia che facciamo per il nostro futuro ma soprattutto per il loro”.
Si conclude così una settimana, la prima di lotte, intensa e ricca di risultati. Tutte le iniziative hanno avuto un ottimo successo. I cortei, il presidio permanente davanti al palazzo dell’ENASARCO, i blocchi del traffico, la presenza massiccia nell’aula consiliare del IV Municipio hanno avuto l’esito di spingere politici e istituzioni a prendere una posizione decisa contro l’antenna. Il consiglio municipale ha addirittura cambiato i propri programmi per approvare un ordine del giorno con il quale si chiede al Presidente Cristiano Bonelli di emettere un’ordinanza (che dovrebbe essere pronta lunedì) che blocchi i lavori. E numerosi sono anche arrivati gli attestati di solidarietà di politici circoscrizionali, comunali, provinciali, regionali e dal Presidente della Commissione Lavoro e politiche sociali della regione Lazio, Beppe Mariani, oltre all’interrogazione parlamentare presentata in senato dall’onorevole Elio Lannutti.
È il segno che qualche cosa si sta muovendo. È la lotta di cittadini che non ci stanno a subire passivamente decisioni prese da altri. E proprio per questo per lunedì 22 dicembre alle ore 17,00 hanno indetto una nuova assemblea pubblica dove sarà presente il Presidente del IV Municipio. Appuntamento quindi in viale Lina Cavalieri di fronte al civico 46 (sulla rotonda di fronte a Banca Intesa)".

INAUGURAZIONE NUOVA SEDE MUNICIPIO IV

OGGI LUNEDI' 22 DICEMBRE 2008 INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DEL MUNICIPIO IV A VIA UMBERTO FRACCHIA, ANGLO VIA RICCARDO BACCHELLI.
L'ORARIO, ORIGINARIAMENE FISSATO ALLE ORE 10, E' STATO SPOSTATO ALLE ORE 12.
INTERVERRANNO IL PRESIDENTE DEL MUNICIPIO IV CRISTIANO BONELLI, LA GIUNTA MUNICIPALE, ED IL VICESINDACO DI ROMA.
I CITTADINI SONO INVITATI A PARTECIPARE.

domenica 21 dicembre 2008

Rischio di crollo di due gru a Rione Rinascimento lungo via R. Bacchelli

I violenti eventi atmosferici che hanno portato alla storia piena del Tevere ed all'allagamento di varie parti della città hanno anche provocato smottamenti sui margini di uno dei grandi sbancamenti per la realizzazione di parte del complesso Rione Rinascimento terzo, lungo via Riccardo Bacchelli, fra la sede del nuovo Municipio IV a via Umberto Fracchia e via Dario Niccodemi.
Ebbene oggi, domenia 14 dicembre 2008, due delle altissime gru che vengono utilizzate per realizzare alcune delle 20 torri del nuovo mega-comprensorio Rione Rinascimento 3°, sono rimaste con parte della fondazione scoperta verso lo scavo, con gravi rischi di crollo, appena puntellate da un accumulo di terra sotto una delle due.
CONSIDERATO IL FORTE RISCHIO DI CROLLO DELLE DUE GRU SU AUTOVETTURE E PEDONI TRANSITANTI SULLE ANTISTANTI VIA RICCARDO BACCHELLI E VIA DARIO NICODEMI RIVOLGIAMO IMMEDIATA RICHIESTA DI INTERVENTO A MUNICIPIO IV E COMUNE DI ROMA !!

RIONE RINASCIMENTO. QUALITA' PER VIVERE ???

STATO DEI LAVORI DEL COMPRENSORIO URBANISTICO "RIONE RINASCIMENTO" IN ROMA AL 15 DICEMBRE 2005 (vedi precedenti video Parco Talenti 1-2-3-4-5 etc.).
L'Accordo urbanistico Parco Talenti-Rione Rinasciment, con convenzione del 2000 (Delib. C.C. n. 83/2000), inizio lavori nel 2003 con aggiunta di ulteriori 300.000 m cubi (Delib. C.C. n. 44/2003), opere pubbliche d'obbligo da completare entro il 2005 ancora in corso, e ben lontane dall'essere completate, viene pubblicizzato con lo slogan: "RIONE RINASCIMENTO". QUALITA' PER VIVERE".
Ma la nuova viabilità è ancora parte in via di lentissimo avanzamento, parte in abbandono, Parco Talenti, su cui dovrebbero affacciarsi case vendute a carissimo prezzo, è rimasto al 10/15 % dei lavori, ed è ora anch'esso in abbandono.
Invece l'edilizia residenziale va a gonfie vele, con concentrazione micidiale ed è essa si in via di realizzazione, particolarmente nell'enorme complesso di Rione Rinascimento 3° (20 torri da 7 piani, con 1.500 appartamenti), che finirà per stravolgere del tutto la vivibilità del vicino quartiere Talenti.
Inoltre le sue acque reflue andranno a finire nella fognatura che corre lungo via Nicodemi e via Sacchetti, con quali conseguenze è possibile immaginarlo sulla base degli allagamenti di questi giorni !
GUARDANDO LE IMMAGINI DI QUESTO VIDEO, CHE FOTOGRAFA LO STATO DI ABBANDONO DESOLATI DEI CANTIERI DELLE OPERE PUBBLICHE,ED IL DEGRADO INTORNO ALLE AREE DI EDILIZIA PRIVATA, CONSIDERANDO I GRAVISSIMI DISAGI A CUI E' STATO SOTTOPOSTO INTERO QUARTIERE MONTESACRO ALTO ORMAI DA OLTRE CINQUE ANNI, QUALE QUALITA' PER VIVERE ???
IL QUARTIERE NON NE PUO' PIU', E SI STANNO VALUTANDO POSSIBILI INIZIATIVE FORTI DI PROTESTA !!

ANCORA UN INCIDENTE STRADALE ALLA RIDICOLA ROTATORIA ALL'INCROCIO FRA VIA R.FUCINI E VIA U.FRACCHIA

IN MATTINATA DI OGGI, DOMENICA 21 DICEMBRE 2008, POCO DOPO LE 11, SI E' VERIFICATO UN ALTRO INCIDENTE STRADALE ALL'INCROCIO FRA VIA RENATO FUCINI, VIA UMBERTO FRACCHIA E VIA LUIGI CAPUANA.
L'incidente è avvenuto proprio in corrispondenza della ridicola minirotatoria realizzata qualche mese fa dalla premiata ditta Romeo Realizzazioni oggi sotto inchiesta, alcuni cui lavori erano stati oggetto di un servizio video del nostro canale web-tv.
La Romeo, lavorando in notturna per poco più di tre ore un sabato pomeriggio (24 febbraio 2008: vedi la foto),facendosi pagare vorremmo sapere quanto, aveva realizzato una ridicola microrotatoria che in nessun modo poteva e può ridurre i gravissimi rischi esistenti per automobilisti, motociclisti e pedoni a questo incrocio.
Vedi:

Nell'incidente è stato coinvolto un giovane a bordo di un motorino, che proveniva da piazza Primoli lungo via Fucini, e che è andato a scontrarsi con un autovettura che proveniva da via Capuana, ANCHE A CAUSA DEL PESSIMO STATO DELL'ASFALTO, CHE IN QUESTO PUNTO, ALLA GIUNTURA FRA I NUOVI LAVORI FATTI DAL GRUPPO MEZZAROMA LUNGO VIA FRACCHIA, SI STA SFARINANDO, E LASCIA SULL'ASFALTO UNA INSIDIOSISSIA POLERELLA !
Proseguivano ancora verso le 12.15 i rilievi di un nutrito gruppo di vigili del Municipio IV, a cui seguiva subito un intervento di ripulitura dell'asfalto dai detriti che erano stati una delle cause dell'incidente.

SIA QUESTA ROTATORIA, CHE L'ALTRA CHE DOVREBBE ESSERE REALIZZATA ALL'INCROCIO FRA VIA R. BACCHELLI E VIA NICODEMI, COSTITUIVANO OPERE D'OBBLIGO VIARIE DEL COMPRENSORIO "RIONE RINASCIMENTO", ED ATTENDONO ORMAI DA ANNI DI ESSERE COMPLETATE !
I GRAVISSIMI RISCHI PER LA PUBBLICA INCOLUMITA' NEL QUARTIERE TALENTI SONO RESI EVIDENTI ANCHE DAL FATTO CHE, ESSENDO QUASI BLOCCATO IL RADDOPPIO DI VIA DI CASAL BOCCONE, ANCH'ESSO OPERA D'OBBLIGO A CARICA DEL GRUPPO MEZZAROMA, I MEZZI DEL TRASPORTO PUBBLICO NON SONO AUTORIZZATI A TRANSITARE LUNGO VIA DI CASAL BOCCONE.

Il IV Municipio per l'ambiente: parte l'iniziativa "dall'albero di Natale al parco degli abeti"

UNA BELLA INIZIATIVA DEL MUNICIPIO IV DI ROMA: Il IV Municipio per l'ambiente: parte l'iniziativa "dall'albero di Natale al parco degli abeti" .
Il IV Municipio ha dato vita a una nuova iniziativa per rendere ancora più verde il territorio, realizzando un progetto finalizzato a recuperare gli alberi di natale naturali che alla fine delle feste finivano nei rifiuti.

Per far ciò l'amministrazione con lo slogan "non buttare il tuo albero di natale naturale ma donalo al nostro territorio" ha realizzato un punto di raccolta, presso la sede Municipale di Via Monte Rocchetta, dove dal 07 al 11 gennaio, dalle ore 10,00 alle 13,00, sarà possibile a tutti i cittadini consegnare il proprio albero di Natale, che insieme a tutti quelli raccolti, verrà messo a dimora, per realizzare il "Parco degli abeti".
Inoltre, una volta raccolte tutte le alberature, saranno selezionate quelle esauste o disseccate o comunque sprovviste di apparato radicale, per essere destinate alle filiere di compostaggio, in modo che, più tosto che finire in un cassonetto, possano partecipare a generare nuova vita.
Tutta l'iniziativa avverrà con il prezioso contributo delle cooperative sociali di inserimento lavorativo operanti nel territorio, che promuoveranno l'iniziativa e effettueranno l'operazione di selezione e piantumazione delle alberature.
"Ritengo questa una grande opportunità per l'amministrazione, per trasmette un messaggio nuovo sui temi dell'ambiente, affinché in questo tempo di consumismo scriteriato venga contrapposto un messaggio di rispetto per la natura che ci circonda." - dichiara il consigliere Stefano Ripanucci, Presidente della VII Commissione Consigliare Permanente Ambiente Urbanistica, e ideatore del progetto.
"Questa iniziativa – dichiara il Presidente del Municipio Cristiano Bonelli – "è l'ennesima dimostrazione di come la nostra amministrazione municipale intenda sviluppare concretamente iniziative a favore dell'ambiente."