domenica 31 gennaio 2010

DOPO LE VICENDE BOLOGNA E PUGLIA ONDATA DI SUICIDI NEL PD

Dopo le dimissioni del sindaco di Bologna Flavio del Bono, fortemente voluto come sindaco dallo stesso Romano Prodi, dopo la vera e propria disfatta del candidato di Bersani e D'Alema alle primarie del PD in Puglia Boccia, travolto dal presidente uscente Vendola, nella trasmissione Anno Zero del 28 gennaio 2010 viene annunciata una vera e propria ondata di suicidi nel PD. DA NON PERDERE !!!

COMMENTO: UNA RIFLESSIONE SULL'AZIONE DEL PRESIDENTE MUNICIPIO IV BONELLI NELLE VICENDE DI PARCO TALENTI, ANTENNA VIA CAVALIERI, E NUOVA VIABILITA' VIA BUFALOTTA

ALCUNE CONSIDERAZIONI SUI RAPPORTI FRA MUNICIPIO IV E COMUNE DI ROMA
In questi ultimi tre mesi tre vicende si sono manifestate come a nostro avviso emblematiche del rapporto poco funzionante fra amministrazioni municipali locali, in questo caso il Municipio IV, ed il Comune di Roma, in particolare lo stesso sindaco Gianni Alemanno ed i grandi Dipartimenti dell'amministrazione comunale centrale, in un momento delicatissimo per il centro-destra al governo del comune di Roma nell'imminenza delle prossime elezioni regionali nel Lazio.

Si tratta:
  • della compensazione edificatoria F2 da Borghetto S. Carlo a Parco Talenti, approvata dal sindaco Alemanno sottoscrivendo in data 21 ottobre 2009 il relativo accordo con l'ancora per poco presidente del Lazio Piero Marrazzo; 
  • della vicenda relativa all'antennza Ericsson per Wind sul Palazzo di proprietà ENASARCO A via Lina Cavalieri; 
  • e della vicenda della realizzazione della nuova viabilità a via Bufalotta per l'apertura del supermercato PAM e la realizzazione degli accessi al complesso residenziale Giardino di Faonte, ambedue realizzati nell'ambito dei programmi di un altro grande programma urbanistico, quello ex art. 11 legge 493/1993 denominato Fidene - Val Melaina.
CASO COMPENSAZIONE EDIFICATORIA F2 A PARCO TALENTI
Nel primo caso il comune di Roma del sindaco Alemanno riprendeva nel mese di febbraio 2009 l'iter per l'approvazione di un accordo urbanistico risalente alle giunte Rutelli e Veltroni, in un'area dal già onerosissimo carico urbanistico e a grave rischio di blocco, la parte del quartiere Talenti subito a ridosso della nuova sede del Municipio IV di via Fracchia. Di tale iter sottolineimo che l'amministrazione Veltroni era riuscita a completare nel 2007 SOLO la fase della conferenza di servizi per l'acquisizione dei vari pareri !
In data 25 maggio 2009 due associazioni attive nel Municipio IV, il  Comitato di Quartiere Talenti e l'Associazione Rete Nuovo Municipio IV, paventando un vero e proprio blocco della viabilità nel quartiere ove l'accordo con il suo ulteriorie gravissimo carico urbanistico fosse stato approvato (nuovi 1.500 appartamenti !), presentavano al Dipartimento VI del comune di Roma una richiesta di accesso agli atti per ottenere tutta la documentazione relativa all'accordo in itinere, richiesta che è rimasta a tutt'oggi INEVASA, in violazione della legge n. 241/1990 e ss.mm.ii. !
Nonostante ciò il comune di Roma, a seguito di delibera della Giunta Regionale del Lazio n. 618 di approvazione della bozza in data 7 agosto 2009, perfezionava fra settembre ed ottobre gli ulteriori atti necessari, giungendo in data 21 ottobre 2009  alla stipula della relativa convenzione fra sindaco Alemanno e presidente Marrazzo SENZA CHE ALLE DUE ASSOCIAZIONI FOSSE STATO CONSENTITO DI PARTECIPARE AL PROCEDIMENTO !
Ora diamo atto al presidente Bonelli di aver assunto nel corso del 2009 un atteggiamento molto più fermo nei confronti delle inadempienze del Gruppo Mezzaroma a proposito del previgente accordo urbanistico Parco Talenti (delibera di C.C. n. 83/2000), ma sottolineiamo che il mancato accesso dei cittadini e l'approvazione del nuovo accordo da parte del comune, SE avvenuti senza che Bonelli ne fosse stato informato, hanno costituito una grave ferita inferta dallo stesso Comune di Roma ai rapporti fra la cittadinanza e quell'ente che per il comune risulta maggiormente visibile ed esposto sul territorio, ossia il Municipio, in questo caso il Municipio IV Monte Sacro ! (SE poi avvenuti con presidenza del Municipio IV di ciò informata  hanno costituito una lesione probabilmente irrecuperabile degli stessi rapporti !).
In questo caso, se il Comune di Roma avesse voluto veramente prestare attenzione a problematiche che sono le stesse che hanno portato al tracollo elettorale il centro-sinistra di Veltroni e Rutelli, nel delicao rapporto amministrazione-cittadinanza, NON AVREBBE DOVUTO IGNORARE IN MODO COSI' PLATEALE LE RICHIESTE DI PARTECIPAZIONE DELLA CITTADINANZA !

CASO ANTENNA ERICSSON-WIND SU PALAZZO ENASARCO VIA CAVALIERI
Anche in questo caso bisogna riconosere che il presidente del Municipio IV Bonelli si è impegnato e speso generosamente, andando a vari incontri con la cittadinanza, ed emanando ben due sospensioni lavori, anche se la seconda è stata sostanzialmente disattesa dalla ditta costruttrice.
In una situazione in cui un presidente di Municipio può tuttavia adottare ordinanze di sospensione lavori solo per fondati casi di ordine pubblico i riferimenti normativi vigenti, in particolare la legge-quadro n. 36/2001, rinviano a responsabilità e competenze preminenti e precise della Regione Lazio (art. 8), ma anche del  comune di Roma (VEDI: http://www.ambiente.it/impresa/legislazione/leggi/2001/legge36-2001.htm ).
Ai comuni, ed in questo caso al comune di Roma, compete una competenza FONDAMENTALE, ossia la facoltà di  "adottare un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici" (art. 8 comma 6 citata legge n. 36/2001). 
OVE IL COMUNE DI ROMA AVESSE AVVIATO O AVVIASSE I PASSI PER DEFINIRE TALE REGOLAMENTO POTREBBE NELLE SUE MORE SOSPENDERE ULTERIORI REALIZZAZIONI, ivi compresa quella di via Lina Cavalieri, SINO ALLA SUA DEFINIZIONE   (naturalmente in ragionevoli termini tecnici ! e comunque tale regolamento potrebbe vietare una installazione quale quella di via Cavalieri, in ragione dell'elevatissimo numero di persone irradiato da molto vicino !)
Ancora una volta il povero Bonelli è stato lasciato dal comune di Roma DA SOLO sotto la grandine e davanti alle proteste della gente, perchè, a parte le gravissime inadempienze dell'amministrazione di centro-sinistra in Regione Lazio da noi in passato sottolineate,  il comune di Roma avrebbe potuto avviare i passi per definire tale regolamento, EVITANDO DI LASCIARE ANCORA UNA VOLTA BONELLI SOLO DAVANTI ALLE PROTESTE !
Non vi sono poi a nostro avviso  motivi perchè Bonelli possa protestare per una presunta strumentalizzazione elettorale acui si sarebbe prestato il comitato, con intervento dell'opposizione di centro-sinistra, semplicemente perchè il comitato stesso si è recato a protestare in Campidoglio il 25 gennaio, e non è riuscito a farsi ricevere da Bonelli, a cui abbiamo riconosciuto di non poter dare risolutive risposte, in Municipio IV: MA, quando i cittadini non ricevono risposte efficaci da parte di chi li governa, è possibile ed anche naturale che cerchino nuovi interlocutori, specie nell'opposizione! E' la logica di ogni democrazia !

CASO VIABILITA' VIA BUFALOTTA PER APERTURA SUPERMERCATO PAM
Anche in questo caso diamo atto  a Bonelli di essere intervenuto rapidamente, bloccando nella stessa mattinata di lunedì 18 gennaio una nuova viabilità lungo la strada che, nell'interesse del solito nuovo supermercato e del solito nuovo stanziamento residenziale, avrebbe gravemente peggiorato l'utilizzo della strada da parte delle ecine di migliaia di cittadini che la utilizzano quotidianamente.
Ancora una volta tuttavia merita riflettere sul fatto che, in una situazione caratterizzata da un' assoluta mancata comunicazione precedente sul progetto di sistemazione viaria che si voleva portare avanti, la cittadinanza è dovuta scendere per strada per ottenere nell'interesse generale una migliore e meno penalizzante sistemazione,  !
Stiamo inoltre parlando, ricordiamolo, per quanto riguarda Giardini di Faonte e nuovo supermercato PAM, di una situazione, quella del Programma di recupero urbano Art. 11 Fidene - Val Melaina, in cui avrebbe dovuto essere data assoluta preminenza ad una adeguata sistemazione della viabilità, con una ROTATORIA proposta dal Municipio, ma INCONGRUAMENTE ritenuta NON NECESSARIA dal solito dipertimento centrale del Comune, in questo caso il VII !
Ricordiamo ancora che nell'ambito degli stessi lavori avrebbero dovuto essere iniziati già dal 2008, come opere d'obbligo a carico dei privati che stavano costruendo, i lavori di recupero dello storico Casale di Vigne Nuove !
TALI LAVORI NON SONO SINORA INIZIATI, FRA FINE 2008 E 2009 IL CASALE E' IN PARTE CROLLATO, E LA GENTE HA ANCORA UNA VOLTA LA FORTE SENSAZIONE -GIA' PROVATA ALL'EPOCA DI VELTRONI - CHE A GRANDI COSTRUTTORI E GRANDE DISTRIBUZIONE COMMERCIALE IL COMUNE DI ROMA TUTTO CONSENTA !!!

Cosa può fare in tutto questo un volenteroso e motivato presidente di Municipio, in questo caso Bonelli, probabilmente il migliore che abbia sinora amministrato il nostro municipio, lasciato da solo a far fronte alla delusione della gente ? 
  • NULLA !!!
  • O MEGLIO, PUO' ANDARE DAL SINDACO ALEMANNO E COMUNICARGLI  FRANCAMENTE CHE, SE CONTINUA COSI', MI SA CHE NEL 2O13 CI RIMANDANO TUTTI A CASA !!!

    Il prossimo 23 giugno ricorrono i trent’anni dall’omicidio del Giudice Mario Amato.

    FONTE: http://www.romadomani.it/comitato-per-la-commemorazione-del-giudice-mario-amato/

    Romano, sposato, due figli, viene ucciso il 23 giugno 1980. I terroristi gli sparano in viale Ionio angolo Via Monte Rocchetta, mentre è in attesa dell’autobus che deve portarlo al Palazzo di Giustizia.
    Un significativo particolare fu messo in risalto dalla televisione che, giunta sul posto dell’omicidio, ne inquadrò il cadavere, pietosamente coperto da un lenzuolo. Una scarpa del magistrato era infatti sfondata, a dimostrazione di uno stile di vita semplice e schivo, lontano dai clamori e dalla luce della ribalta mediatica, coerente col fatto che Mario Amato si stesse recando al lavoro a Piazzale Clodio con un autobus.
    In questi trent’anni nessuna amministrazione locale ha mai commemorato la memoria del Giudice Amato.  
    Alcuni cittadini del Municipio IV di Roma hanno deciso spontaneamente di costituire il “Comitato per la commemorazione del Giudice Mario Amato” affinché venga commemorato, nel trentennale del suo brutale assassinio, l’uomo semplice al servizio dello Stato. Per quanto su esposto, Il Comitato chiede al Presidente del Municipio, alla Giunta e a tutto il Consiglio municipale di considerare la possibilità di celebrare il 23 giugno p.v. la commemorazione alla presenza delle Istituzioni.
    Per ricordare basta una firma

    MANIFESTI ABUSIVI: "LORO SPORCANO, NOI PULIAMO". UNA MERITORIA CAMPAGNA DI CITTADINI PER I CITTADINI

    CAMPAGNA CONTRO I MANIFESTI ABUSIVI 
    http://www.youtube.com/watch?v=oYEaiiBlf0c&feature=player_embedded  
    Campagna della RETE DEI CITTADINI contro le affissioni abusive.
    x28gennaio10_3
    E' sempre la stessa storia! Passano gli anni ma in Italia il modo di fare campagna elettorale non cambia: candidati riproposti per l'ennesima volta nelle liste elettorali con alleanze assurde senza programmi noti e l'immancabile incivile corsa a chi affigge il maggior numero di manifesti abusivi sui muri delle nostre città.
    Ma questa volta c'è una novità: RETE DEI CITTADINI dice basta e rompe gli schemi della solita politica!
    La neonata lista civica, che parteciperà alle prossime elezioni regionali Lazio 2010 con un programma frutto di una dialettica democratica e con candidati non più politicanti di mestiere ma finalmente semplici cittadini, lancia oggi una nuova iniziativa: LORO SPORCANO, NOI PULIAMO!
    Stufi di vedere Roma imbrattata da manifesti elettorali attaccati illegalmente sotto gli occhi delle istituzioni, i volontari della lista civica RETE DEI CITTADINI, armati solo di acqua, guanti, spazzoloni e tanta buona volontà, si mettono a disposizione dei cittadini per rimuovere tutte quelle affissioni abusive che deturpano le nostre città testimoniando un vecchio modo di fare politica che se ne infischia dell'ambiente, della legalità e del bene comune.
    La campagna della RETE DEI CITTADINI "LORO SPORCANO, NOI PULIAMO!" ha preso il via questa mattina da Roma – Via Merulana tra lo stupore e l'approvazione dei passanti (immagini e video disponibili sul sito http://retedeicittadini.it ) e sarà ripetuta durante tutto il periodo elettorale. RETE DEI CITTADINI, infatti, invita i romani a segnalare le affissioni abusive e deturpanti all'indirizzo info@retedeicittadini.it affinché i volontari possano intervenire a rimuoverle il prima possibile.
    Con questa iniziativa RETE DEI CITTADINI dimostra finalmente che un nuovo modo di far politica è possibile: non più solo parole e promesse ma fatti concreti, facilmente constatabili da tutti quei cittadini che vorranno collaborare con le loro preziose segnalazioni.

    LO SANNO I FUTURI ACQUIRENTI DI APPARTAMENTI IN CORSO DI REALIZZAZIONE DA PARTE DEL GRUPPO LAMARO A PORTA DI ROMA DI ESSERE ENTRATI IN UN FONDO IMMOBILIARE CHIUSO ?

    NOVITA' DA PORTA DI ROMA:
    CI SIAMO OCCUPATI POCO SOTTO, IN UN PRECEDENTE POST, DEL FATTO CHE IL GRUPPO MONTE DEI PASCHI DI SIENA HA SCIOLTO I SUOI RAPPORTI CON IL GRUPPO TOTI DI ROMA, COSTRUTTORE CON CALTAGIRONE DEL NUOVO QUARTIERE PORTA DI ROMA, RAPPORTI CHE ERANO CONSOLIDATI NELLA SANSEDONI SPA, NEL CUI NUOVO ASSETTO, NUOVA SANSEDONI SPA, SONO OGGI PRESENTI TUTTI I PRECEDENTI CONTRAENTI AD ECCEZIONE DELLA SILVANO TOTI SRL, CHE NE E' USCITA:
    http://tg-talenti.blogspot.com/2010/01/anche-il-monte-dei-paschi-di-siena.html

    Da Porta di Roma, un tempo caposaldo immobiliare della Silvano Toti e più in genere del gruppo Toti-Lamaro, ci giungono altre singolari notizie, che riteniamo di mettere a disposizione dell'opinione pubblica e dei cittadini che lì stanno comprando o hanno comprato casa, considerato che sono ancora molti i cittadini che attendono la consegna di appartamenti a Porta di Roma da parte dello stesso Gruppo Toti, e che sono anche molti quelli che le hanno finalmente ottenuti in consegna negli ultimi mesi.
    QUESTI ELEMENTI CI PORTANO A FARCI UNA INTERESSANTE DOMANDA: MA LO SANNO I FUTURI ACQUIRENTI DI VARI APPARTAMENTI IN CORSO DI REALIZZAZIONE DA PARTE DEL GRUPPO LAMARO A  PORTA DI ROMA DI ESSERE ENTRATI CON I LORO ANTICIPI A FAR PARTE DI UN FONDO IMMOBILIARE CHIUSO ?

    Come risulta da una copia parziale di contratto preliminare, pubblicata in questa sede senza tutti i dati sensibili ai sensi della vigente normativa sulla privacy, chi ha stipulato negli anni scorsi contratti preliminari di vendita per appartamenti in corso di costruzione a Porta di Roma da parte del Gruppo Lamaro li ha in genere stipulati con la Società Porta di Roma, avente sede in Roma, Lungotevere dei Mellini 17, società che avrebbe avuto l'obbligo di adempiere tutte le obbligazioni a suo carico contenute nei preliminari. 
    In una formula abbastanza criptica contenuta proprio in fondo, prima della sottoscrizione (ne trovate copia qui a destra), all'articolo 16 paragrafo 4, si precisava tuttavia che "il presente contratto è stipulato dalle parti e si intende vincolante per i loro successori ed aventi causa, il che, pur descrivendo un effetto di legge, informa reciprocamente le parti che vi potrà essere un cambio di titolarità".
    PESSIMO L'ITALIANO, CRIPTICA LA FORMULAZIONE, MA LE PAROLE "RECIPROCAMENTE" E "CAMBIO DI TITOLARITA'"  SEGNALANO COME LA SOCIETA' PORTA DI ROMA PENSASSE SIN QUANTO MENO DAL 2006, NELLO STIPULARE I SUOI CONTRATTI PRELIMINARI DI VENDITA, DI RISERVARSI LA POSSIBILITA' DI TRASFERIRE AD ALTRI LE OBBLIGAZIONI GIURIDICHE ASSUNTE AL MOMENTO DELLA STIPULA DI QUEI CONTRATTI !

    INFATTI, SUL SITO : http://www.portadiroma.com/ita/chisiamo.php ), SI PRECISA, tuttavia alla data 2009, CHE "le rimanenti aree residenziali, direzionali e commerciali sono state apportate a Eta Immobiliare, fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso gestito da Fimit SGR S.p.A, che completerà l’iniziativa di sviluppo".

    Da documenti di cui abbiamo ricevuto riservatamente copia, da parte di un cittadino che aveva iniziato a porsi il dubbio, si desume che tale passaggio è in realtà avvenuto NON SOLO per le rimanenti aree residenziali, ma SOPRATTUTTO per tutta una serie di appartamenti che sono in costruzione sino dal 2005-2006, e che sono attualmente in via di consegna a fine 2009 - inizi 2010.
    Ed infatti è singolare notare come nel corso del passato anno 2009, a fare i sopralluoghi di verifica con i futuri acquirenti negli immobili in corso di completamento a partire almeno dal mese di febbraio, non siano più stati tecnici della Società Porta di Roma, come ci è stato ancora una volta segnalato da un cittadino, ma bensì procuratori del FONDO IMMOBILIARE CHIUSO: FIMIT SGR SpA -  Fondi Immobiliari Italiani, a cui è lecito presumere siano state trasferite anche tutte le obbligazioni assunte dalla soc. Porta di Roma al momento della stipula dei preliminari, in particolar modo per quanto riguarda le indispensabili opere di urbanizzazione(art. 5 dei preliminari).
    UNA DOMANDA CI GIUNGE SPONTANEA: E' STATA DATA REGOLARE COMUNICAZIONE A TUTTI I PROMESSI ACQUIRENTI DI TALE CAMBIAMENTO ?
    A noi risulta che nel luglio 2009, con la motivazione di procedere  ad una "adeguata verifica della clientela"  FIMIT SGR - Fondi Immobiliari Italiani  abbia inviato ad una serie di futuri acquirenti di Porta di Roma, che avevano precedentemente sottoscritto contratti preliminari di vendita con la soietà Porta di Roma,  un modulo di acquisizione informazioni, di cui veniva richiesta restituzione di copia sottoscritta, a cui venivano allegate una serie di varie informazioni sul FIMIT SGR, che sottolineiamo E' UN FONDO IMMOBILIARE CHIUSO !
    In conclusione del modulo sottoscritto gli acquirenti, forse poco edotti di quanto stessero sottoscrivendo, dichiaravano infatti con la loro firma anche che "nell'operazione di compravendita dell'immobile sito in......, via......., n....", ossia quello di cui al preliminare di vendita con la società Porta di Roma, "facente parte del patrimonio del fondo Eta Immobiliare - Fondo Comune di Investimento Immobiliare di tipo chiuso, non si trova in posizione di conflitto di interessi come definita nel promemoria allegato" (quello qui sopra riprodotto).
    Se si chiede al sottoscrittore acquirente di dichiarare l'assenza di conflitto di interessi in merito ad un fondo immobiliare chiuso gli si sta larvatamente comunicando e facendo confermare(MA SOLO LARVATAMENTE !)  di riconoscere la situazione di fatto dell'avvenuto cambio di titolarità del contratto dalla parte venditrice, che diventa, da società Porta i Roma, fondo immobiliare chiuso FIMIT SGR, in particolare il Fondo Immobiliare Eta !

    Perchè ne sappiate di più ricordiamo che agli inizi di luglio 2009 del fondo immobiliare FIMIT SGR risultavano questi amministratori:
    • Direttore Generale Luigi Virgilio, proveniente da un importante gruppo bancario oggi confluti in Unicredit, ossia CAPITALIA, ove era responsabile del Patrimonio Immobiliare;
    • presidente del Consiglio d'Amministrazione Marco Staderini, molto vicino a Francesco-Gaetano Caltagirone, divenuto a fine marzo 2009 per nomina del sindaco Alemanno nuovo amministratore delegato ACEA;
    • consiglio di amministrazione, come descritto nel prospetto che riportiamo.
    ABBIAMO CERCATO  DI SAPERNE QUALCOSA IN PIU' DEL FONDO IMMOBILIARE CHIUSO FIMIT SGR, ma
    potete andare al seguente link, e come noi troverete poco: http://www.fimit.it/_sef/Fondo_Eta.php?section=73

    Su quel poco si può tuttavia riflettere, in quanto il sito precisa che "Fondo Eta è un fondo immobiliare ad apporto privato specializzato in investimenti di sviluppo residenziale attraverso il quale Fimit sta seguendo importanti progetti di sviluppo nella zona nord della città di Roma (Bufalotta) e nell’area della Leprignana (Fiumicino)", ma NULL'ALTRO DI PIU' ESAURIENTE E' TUTTAVIA PRECISATO IN PROPOSITO, A DIFFERENZA DEGLI ALTRI FONDI DEL GRUPPO !

    Apprendiamo anche che il fondo, istituito nel 2006, ha  durata di 30 anni, e supponiamo sia stato con ogni evidenza costituito per gestire la durata trentennale di molti mutui assunti da acquirenti di Porta di Roma.
    Come già avvenuto negli Stati Uniti nella vicenda SUBPRIME anche qui dunque coloro che hanno costruito a Porta di Roma, ossia i grandi gruppi costruttori (Toti, probabilmente Caltagirone) e le banche che li avevano finanziati (CAPITALIA), trasformano il debito consolidato in mutui, accesi da parte di chi ha acquistato a Porta di Roma, in titoli di questo Fondo Immobiliare chiuso Eta, di cui ancora ben poco sappiamo, che si tenterà sicuramente di mettere sul mercato, spostando -esattamente come avvenuto negli Stati Uniti- il rischio di eventuale NON RESTITUZIONE dei mutui, dalle società costruttrici e banche investritrici, agli investitori che dovessero acquisire quote di questo Fondo Immobiliare Eta !
    Mentre spostano il rischio in questo fondo tuttavia banche e società costruttrici ne conservano saldamente il controllo, mettendo uomini loro al controllo (si veda la presenza di Virgilio ex Capitalia come Direttore Generale, e di Staderini come presidente del Consiglio di Amministrazione !).


    Notiamo infine con sorpresa (SORPRESA ?) che in questo fondo immobiliare, largamente fondato su mutui, troviamo vari enti pubblici,  che hanno investito DENARO PUBBLICO, ossia INPDAP, proprietario a Talenti anche di aree lungo via Luigi Capuana, IFIM, ENPALS, INARCASSA, ma soprattutto nell'informativa ai succitati acquirenti viene citato "Lehman Brothers Real Estates Partiners III FIMIT S.a.r.l." (VEDI: http://164.156.7.89/org/board/resolutions/2007/lehman_20071213.pdf ).
    RICORDATE PER CASO LEHMAN BROTHERS ? 
    E' LA MEGA BANCA AMERICANA D'AFFARI ANDATA IN BANCAROTTA E FALLITA NEL 2008 !
    CHI HA SOTTOSCRITTO QUELL'INFORMATIVA NON POTRA' IN FUTURO ACCUSARE FIMIT SGR DI NON ESSERE STATO MESSO AL CORRENTE DI QUESTA IMBARAZZANTE CITAZIONE !

    Ricordiamo che la Lehman Brothers e oggi FALLITA, ed è ancora esistente sino al completamento della procedura di bancarotta, VEDI: http://it.wikipedia.org/wiki/Lehman  .

    Non si precisa infineneanche se e quando sia stato presentato e depositato alla CONSOB il Prospetto di quotazione relativo a questo Fondo Immobiliare Eta, per la cui versione precedente, Fondo Delta, l'adempimento era stato effettuato da FIMIT SGR solo in data 9 marzo 2009.


    Ma  voi cari cittadini, acquistando un appartamento a Porta di Roma, avreste mai pensato di trovarvi al crocevia di interessi fra grandi costruttori, banche, fondi internazionali di investimento immobiliare, e mutui, trovandoci di mezzo anche la fallita Lehman Brothers, di cui sentiamo ormai troppo spesso parlare sin dal momento dello scoppio della grande crisi finanziaria nel 2008 ?

    In conclusione, due domande da un milione di euro ciascuna: 
    • essendo stata così criptica la comunicazione di trasferimento titolarità del contratto degli appartamenti ancora in costruzione e/o in via di completamento a Porta di Roma, da parte della Società Porta di Roma al Fondo Immobiliare chiuso FIMIT SGR,  l'eventuale acquirente PUO' RECEDERE DALL'ACQUISTO ?
    • possono stare tranquilli gli acquirenti ed i futuri acquirenti sul fatto che FIMIT SGR, lo ripetiamo un fondo immobiliare chiuso, completi le opere d'obbligo spettanti alla società Porta di Roma ?


     

    VIA BUFALOTTA, INGRESSO SUPERMERCATO PAM: COME E' ANDATA A FINIRE

    Ci hanno scritto alcuni cittadini per chiederci come sia andata a finire la vicenda, svoltasi fra domenica 17 e lunedì 18 gennaio 2010, del restringimento ad una sola corsia di via Bufalotta per consentire l'accesso al nuovo supermercato PAM aperto poi al pubblico il 28 gennaio 2010, di cui ci eravamo occupati la settimana scorsa.
    Ebbene cari cittadini, è andata a finire come al solito "alla italica maniera"!
    Ossia, sia pure con segnaletica orizzontale gialla che indica lavori in corso ed una soluzione provvisoria, è stato RIPRISTINATO l'assetto precedente a due corsie di via Bufalotta in direzione Roma, MA è stato realizzato UN INGRESSO A RASO AL PAM, sul lato a fianco del Liceo Nomentano, ingresso che nelle ore di punta ha notevolmente ed ancora di più appesantito il traffico lungo via Bufalotta.
    Della proposta rotatoria non se ne parla, al centro della via prima dell'accesso al PAM c'è linea continua e coloro che abitatano e lavorano sul lato della strada verso via delle Vigne Nuove sono obbligati, per accedere alle loro proprietà ad andare a percorrere -come ordinato dai vigili presenti spesso sul posto- la semirotatoria esistente all'ingresso del PAM, con quali effetti sul traffico potete ben immaginare !
    Inoltre alla commerciante in articoli da giardino che era stata intervistata durante uno dei nostri due video è stata comminata, sempre da parte dei vigili, una bella multa da 200 euro per aver esposto sul marciapiede un espositore con qualche oggetto in vendita nel suo negozio, e viene ora impedito di farsi questa piccola pubblicità !
    Ad una signora anziana che si era distinta durante la protesta di lunedì 18 gennaio, e che giovedì 28 era presente all'inaugurazione del PAM per segnalare un altro problema,  un altro vigile, presente sul posto in ambedue le occasioni,  non ha prestato alcun ascolto, sibilandole: "Così la finite con le polemiche....
    MA CARO VIGILE, POLEMICHE NON SONO ! E' SOLO IL DIRITTO DELLA GENTE, IN UNA SITUAZIONE ORMAI QUASI AL COLLASSO DI VIABILITA' E VIVIBILITA', DI DIFENDERE LA PROPRIA VIVIBILITA' QUOTIDIANA, in una situazione in cui sembra a tanti che a grandi costruttori e grande distribuzione commerciale CONTINUI ad essere concesso di fare quello che a loro aggrada..........

    MENTRE NELL'AMBITO DEI LAVORI DEL P.R.U. ART. 11 FIDENE-VAL MELAINA APRE IL SUPERMERCATO PAM LO STORICO CASALE DI VIGNE NUOVE, CHE CON GLI STESSI LAAVORI DOVREBBE DIVENTARE UN MUSEO, RESTA IN ABBANDONO!

    MENTRE NELL'AMBITO DEI LAVORI DEL P.R.U. ART. 11 FIDENE-VAL MELAINA HA APERTO IL 28 GENNAIO 2010 SCORSO IL SUPERMERCATO PAM LO STORICO CASALE DI VIGNE NUOVE, CHE CON GLI STESSI LAVORI AVREBBE DOVUTO DIVENTARE UN MUSEO, RESTA IN TOTALE ABBANDONO!
    Se ne occupa in un articolo di sara Nunzi la Voce del Municipio del 29 gennaio 2010, che trovate al link: http://www.lavocedelmunicipio.it/
    Ancora una volta le opre d'obbligo degli acacordi urbanistici restano in fondo, se mai verranno anche in questo caso completate.
    REALIZZATE LE CASE DI GIARDINO DI FAONTE, REALIZZATO IL SUPERMERCATO PAM, il museo, che avrebbe dovuto consentire il recupero dello storico casale resta ancora al palo !

    IL CASO EMBLEMATICO DELL'ANTENNA ERICSSON-WIND A VIALE LINA CAVALIERI: ROMA E' DIVENTATA LA PIU' GRANDE DISCARICA ELETTROMAGNETICA D'EUROPA

    La Voce del Municipio, con il numero in distribuzione del 29 gennaio 2010, che potete scaricarvi al link:
    http://www.lavocedelmunicipio.it/
    SI OCCUPA NUOVAMENTE DELLA VICENDA DELL'ANTENNA ERICSSON PER CONTO WIND SUL PALAZZO ENASARCO A VIA LINA CAVALIERI. 
    Come commenta la giornalista Sara Nunzi Roma è ormai diventata la più grande discarica elettromagnetica d'Europa, in una situazione acaratterizzata dall'assenza della nuova normativa regionale, che la Giunta Regionale Marrazzo non ha trovato il tempo di portare in aule durante ben 4 anni, e di un piano regolatore delle antenne radio-mobili, mai attivato dal Comune di Roma.
    TUTTO DA LEGGERE !

    ALL'ATENEO SALESIANO UN'ISOLA ECOLOGICA DELL'AMA PER CONFERIRE GRATIS E SENZA MOLTE FORMALITA' TANTI MATERIALI

    E' IN DISTRIBUZIONE IL NUOVO NUMERO DELLA VOCE DEL MUNICIPIO. Scaricatelo gratis al seguente link:
    http://www.lavocedelmunicipio.it/

    Propone un interessante articolo sull'Isola Ecologica AMA di via dell'Ateneo Salesiano, ove potete conferire gratis e senza molte formalità vari vostri rifiuti ingombranti.
    PER INFORMAZIONI: NUMERO VERDE 800 / 867035

    QUESTA SERA, DOMENICA 31 GENNAIO 2010, ORE 21.30: TRASMISSIONE PRESA DIRETTA, DEDICATA AL PROBLEMA DELLA CASA, DAL TITOLO "CASE DA PAZZI". DA NON PERDERE !!!

    Domenica  31 gennaio alle ore 21 e 30 su RAI TRE - dopo il programma di  Fazio ( Che tempo che fa)-riprende la trasmissione “PRESA DIRETTA” di Riccardo Iacona. La puntata, con cui si apre la nuova serie,dedicata alla casa, è intitolata “CASE DA PAZZI” indicando, con questo termine, la situazione romana in cui molti cittadini sono nell’impossibilità concreta di avere un tetto e molti sono destinati a perderlo.  
    La puntata s’interroga su questo fenomeno presentando quello che accade in altre metropoli e quello che non avviene nella nostra città.
    Non perdetevela!!

    ANCORA UN POCO DI STORIA DEL QUARTIERE TALENTI DI ROMA: L'ASSETTO DELLA ZONA NEL 1934

    Oggi, nell'ambito degli approfondimenti che abbiamo appena iniziato sulla storia del nostro quartiere,  vi proponiamo un'interessante fotoaerea dell'area oggi corrispondente al quartiere Talenti nel 1934, commentata con indicazioni relative alle strade ed altri elementi all'epoca già esistenti.
    Sono anzitutto  ben visibili gli assi viari risalenti addirittura ad epoca romana di via delle Vigne Nuove e Bufalotta verso ovest, con la loro diramazione nella zona dell'attuale piazza Monte Gennaro, e via Nomentana verso est.
    E' ben riconoscibile anche l'asse di via Casal Boccone, una strada di bonifica realizzata solo da qualche decennio, intorno al 1905, epoca del piano regolatore delle strade di bonifica, realizzato per collegare fra loro le antiche strade consolari, e consentire il recupero e l'utilizzo, anche a scopo abitativo delle aree fra esse ubicate, da parte di un popolamento precedentemente concentratosi proprio lungo tali assi (VEDI IN PROPOSITO L. CHERUBINI, al link: http://www.amicoqua.org/?p=1545 ).
    Fra gli altri assi viari riconoscibili emerge subito all'attenzione quello corrispondente all'attuale asse delle vie Ettore Romagnoli e Luigi Capuana, già visibile anche nella pianta del Censo del 1839 pubblicata in un precedente post sui sotto (VEDI:  http://tg-talenti.blogspot.com/2010/01/ma-qualcuno-conosce-qualcosa-della.html ), e che   è probabilmente uno dei percorsi più antichi del quartiere, in quanto conduceva da via Nomentana e dal Casale dei Pazzi allo storico Casale della Cecchina, ed appare probabilmente risalente insieme ad esso dditirittura ad epoca medievale.
    L'altro asse viario attuale del quartiere visibile nella fotoaerea corrisponde all'attuale via Roberto Bracco, che collegava già allora il Casale della Cecchina a via Bufalotta, e che appare anch'essa riconoscibile come strada risalente a molti secoli fa.
    A parte i vari edifici del complesso del Casale della Cecchina, e due villini lungo via Nomentana, appare evidente come in quest'epoca l'edificazione fosse sostanzialmente ancora ferma all'altezza dell'attuale piazza Monte Gennaro.
    Risulta bene leggibile anche il percorso del Fosso di Casal de Pazzi, che dall'area dell'attuale via Casal Boccone correva lungo via Ugo Ojetti, giungeva alla zona degli attuali largo Pugliese e Piazza Primoli, realizzate fra 1960 e 1967 con l'intubazione ed il seppellimento del fosso, proseguiva sotto l'attuale via Artuto Graf, che ne riprende anch'essa il percorso, per poi superare via Nomentana in direzione di via Casal dei Pazzi, in un'area in cui il fosso è stato del tutto ricoperto solo una trentina di anni fa
    A confronto con questa fotoaerea del 1934 proponiamo una fotoaerea estratta da Google Earth oggi, corrispondente esattamente alla stessa area.
    INFINE RIPROPONIAMO LA FOTO DEL 1934 A DIMENSIONE GRANDE (cliccateci sopra per ingrandirla ancora di più, e vedere com'era anel 1934 l'area in cui oggi abitate):



    sabato 30 gennaio 2010

    SONO IN POCHI A CONOSCERE NOTIZIE PRECISE SULLA FAMIGLIA TALENTI CHE HA DATO NOME A TALENTI, E SULLE STESSE ORIGINI DEL QUARTIERE. VEDIAMO DI FORNIRLE NOI

    Nessuno delle migliaia di abitanti che risiedono nel quartiere Talenti, ossia Monte Sacro Alto di Roma, conosce quali siano le origini della famiglia che ha dato nome al quartiere.
    Anzi si conosce ben poco, a livello pubblica opinione, proprio di come sia nato il nostro quartiere.
    Questo è particolarmente evidente nelle informazioni contenute sulla voce "Monte Sacro Alto" su Wikipedia, vedi: http://it.wikipedia.org/wiki/Monte_Sacro_Alto
    Noi conosciamo invece qualcosa, appreso sia da documenti che pubblicheremo lentamente nei prossimi mesi, che dalla testimonianza orale di un anziano ingenere che con i fratelli Talenti Piercarlo ed Achille, ed in particolare con Achille, aveva collaborato alla realizzazione di parte dell'edilizia da loro costruita fra anni 50' ed anni 60' del secolo scorso.

    Prima della seconda guerra mondiale i due fratelli svolgevano l'attività di stracciaroli, ossia recuperavano materiale di risulta, ripulivano cantine e depositi, ed altre attività del genere, comunque legate al recupero, smaltimento, e riutilizzo dei rifiuti.
    Già in quell'epoca avevano avviato l'acquisizione di ampie aree in quello che sarebbe poi diventato il quartiere Talenti, che qui proponiamo sia in una pianta pontifica, la Pianta del Censo del 1839, che in una fotoaerea del 1944, precedente all'avvio della realizzazione del nuovo quartiere moderno.
    Subito dopo la guerra il comune di Roma si trovò nella necessità di far ripartire il servizio di nettezza urbana, ed in mancanza di mezzi e personale, fu costretto a rivolgersi a chi poteva assicurargli il servizio, e furono proprio i fratelli Achille e Piercarlo Talenti, organizzatisi nel frattempo con la loro società SIRA.
    I fratelli Talenti gestirono per qualche tempo la rimozione dei rifiuti, ossia della "monnezza" a Roma, facendoci cosa non sappiamo ma possiamo immaginarcelo, almeno per quell'epoca "poco raffinata", e l situazione si protrasse  sino all'attivazione da parte del comune del proprio servizio.
    A quel punto si pose il problema della liquidazione ai due fratelli dell'imponente arretrato relativo al servizio svolto, ed a quel punto il comune di Roma decise di arrivare ad un accordo con i Talenti: in cambio della rinuncia alla liquidazione da parte del comune di Roma del forte debito accumulato, ai due fratelli  fu concesso di costruire la parte iniziale dell'attuale quartiere Talenti, con grande "libertà" urbanistica, e ampie successive deroghe anche alla normativa urbanistica del PRG del 1962, per quanto riguardava particolarmente le dimensioni delle strade, larghezza, presenza di marciapiedi e quant'altro.
    Vi proponiamo una fotoaerea del 1954, in cui, a parte gli storici percorsi risalenti addirittura all'età romana di via Nomentana e via Bufalotta,  appare evidente come il reticolo viario moderno del quartiere Talenti sia già in larga parte definito, ed inizino già a vedersi, lungo le strade oggi corrispondenti alle vie Capuana ed Albertazzi, i primi edifici moderni.
    Cliccate sull'immagine, andate a vedere la vostra area, guaardate com'era ancora nel 1954, è molto interessante !
    Nelle fasi iniziali di vita del quartiere, in cui non esistevano ancora esercizi commerciali, , ai due fratelli fu anche concesso, con logiche veramente moderne, di attivare due centri commerciali, che sono quelli ancora esistenti a via  renato Fucini angolo via Franco Sacchetti, e a via Luigi Verga angolo via Pirandello.
    Nei primi anni del quartiere la famiglia Talenti gestiva anche i collegamenti autobus del quartiere sino a Montesacro, con una linea intestata alla stessa società SIRA, che aveva due corse, A e B,  con percorso che partiva da piazza Sempione e giungeva sino ai due centri commerciali.
    E' interessante notare che anche le attuali fasi di evoluzione urbanistica del quartiere sono ancora segnate dal quel lontano passato in quanto l'accordo di programma del 2000 approvato con delibera di C.C. n. 83, che sta ancora oggi consentendo di proseguire una selvaggia cementificazione di questo un tempo bel quartiere risale alla Deliberazione della Giunta Comunale di Roma n. 172/91, avente per oggetto proprio "Proposta di transazione con la società S.I.R.A. S.p.A. relativa ad un complesso di controversie concernenti in particolare la edificabilità di alcuni terreni situati in Roma tra la via Nomentana e la via Bufalotta con originaria previsione edificabile di P.R.G. (1962) per mc. 1.464.000 circa".
    Ma di questo torneremo a parlare. 
    UNA PREGHIERA: chi avesse ulteriori notizie è pregato di inviarcele all'indirizzo di posta qui a destra, 

    CONTINUA IN RETE L'OFFERTA IN VENDITA DI APPARTAMENTI E/O DI PRELIMINARI DI APPARTAMENTI ANCORA NON COSTRUITI O NON COMPLETATI A RIONE RINASCIMENTO

    PROSEGUE L'OFFERTA IN VENDITA, ORMAI MOLTO ABBONDANTE, DI APPARTAMENTI GIA' COSTRUITI A RIONE RINASCIMENTO 1°-2°, OPPURE IN CORSO DI COSTRUZIONE A RIONE RINASCIMENTO 3°, MENTRE IL GRUPPO MEZZAROMA PREPARA GIA' L'AVVIO DEI LAVORI PER RIONE RINASCIMENTO 4° E RIONE RINASCIMENTO 5° !
    Ma chi se le comprerà tutte queste case, vendute a caro prezzo, in una zona di Roma che è quasi ormai giunta al collasso della viabilità ? Vedetevi il video qui sopra !
    Queste informazioni sul mercato immobiliare nel quartiere Talenti di Roma sono realizzate con il servizio Google Alert di Google, che segnala non appena vengano pubblicati o ripubblicati in rete avvisi relativi ai termini oggetto di indicizzazione.

    Via monte sacro roma - pagina 10 - Trovit Case
    1 Foto l'immobile si trova in via robert musil nel complesso residenziale signorile con servizio di portierato e piscina di nuova costruzione denominato ...

    Residenziale talenti roma - pagina 2 - Trovit Case
    ... NUOVA COSTRUZIONE – INVESTIMENTO IMMOBILIARE... di 960.000 euro ROMA – MEZZAROMA – RIONE RINASCIMENTO - RINASCIMENTO - III – GLI ANEMONI – COMPLESSO. ...

    centro storico » Montesacro - Talenti » Ville e appartamenti (Roma ...
    PARCO TALENTI altezza v.niccodemi palazzina signorile con tutti i comfort di ultima generazione soggiorno cucina camera bagno terrazzo box auto e cantina ...

    Rione Rinascimento Vendita - Yakaz Immobili
    rione rinascimento vendita, vendesi appartamento 3 stanze 2 camere da letto 2 bagni 95m2 bagno posto auto ..., rione rinascimento vendita.
    Rinascimento iii rose - Trovit Case
    ... PREVISTA... di 249.000 euro ROMA – MEZZAROMA – RIONE RINASCIMENTO - RINASCIMENTO - III – LE ROSE – COMPLESSO RESIDENZIALE... , sorge RIONE RINASCIMENTO. ..

    Vendita casal boccone nuova costruzione - Trovit Case
    VIA ROBERT MUSIL Casal Boccone Roma | Trilocale Roma ... 6 Fotografie L'IMMOBILE SI TROVA IN VIA ROBERT MUSIL NEL COMPLESSO RESIDENZIALE SIGNORILE CON ..

    Residenziale talenti roma - pagina 3 - Trovit Case
    Il complesso è ubicato nel parco Talenti, nel quale sorgerà un campo da golf a 9 buche, piste da jogging, piscina coperta parco giochi e servizio ...

    Fotografie vendita appartamento talenti via niccodemi - Trovit Case
    Appartamento in vendita a Roma (RM) 2 Fotografie. 539.000€. via dario niccodemi roma. Maggiori informazioni. Appartamento in Vendita, 2 Locali, 65 mq (ROMA) ...

    parco leonardo » Montesacro - Talenti » Ville e appartamenti (Roma ...
    TALENTI nuova costruzione belvedere le rose appartamenti rifinitissimi varie metrature affacci nel verde del parco talenti completi di box e cantina ...

    Residenziale talenti roma - pagina 4 - Trovit Case
    Via Dario Niccodemi Roma | Attico Roma · Attico in VENDITA - Roma (RM) 3 Fotografie TALENTI - VIA DARIO NICCODEMI - Attico e superattico (7° e 8° piano) di ...


    Mediakey TV: 10° IKA - WINNER
    Finanza, assicurazioni, consulenza e ricerca, Area residenziale Rione Rinascimento, Area residenziale Rione Rinascimento, Mostra scheda soggetto ...
    Roma fracchia giardino - Trovit Case
    Talenti Via Ugo Fracchia rione rinascimento 3° le ninfee 95 mq ingresso salone due camere cucina due bagni ripostiglio terrazzo cantina box auto €485.000,00 ...
    Stefano Scognamiglio - E-mail, indirizzo, numero di telefono, tutto!
    TG-ROMA Talenti: COMPRENSORIO "PARCO TALENTI-RIONE RINASCIMENTO ... 123people rimanda al contenuto dei siti web e blog contenente le informazioni del nome ...

    Vendita appartamento talenti roma giardino privato - Trovit Case
    Cucina: n.d.. Riscaldamento: Termautonomo. Rif.: 09478... TALENTI - VIA ROBERT MUSIL - All'interno del complesso residenziale “Rinascimento 1°” appartamento ...
    Appartamento in Vendita talenti a ROMA (RM) CC4430349 | CercasiCasa.it
    ... sorge rione rinascimento. un complesso edilizio che già dal nome esprime la sua natura: con `rione` infatti hanno voluto indicare la personalità ...

    Fotografie appartamento via dario niccodemi roma - Trovit Case
    fotografie appartamento via dario niccodemi roma, abbiamo la maggiore offerta di case e appartamenti con foto in appartamento via dario niccodemi roma.

     Volpes - pagina 4 - Trovit Case
    Talenti - Piccolo Parco Talenti panoramico 6 Fotografie CON BARBECUE,CANTINA E POSTO AUTO IN GARAGE, PORTIERE E PISCINA CONDOMINIALE. ...

    Roma attico mezzaroma - Trovit Case
    ... ROMA – MEZZAROMA – RIONE RINASCIMENTO - RINASCIMENTO - III – GLI ANEMONI – COMPLESSO... di un ATTICO DOMINANTE con 130 mq di terrazza unica vista parco, ..

    UN RINGRAZIAMENTO A TUTTI I LETTORI DA TG-ROMA TALENTI

    Cari amici, GRAZIE !
    In soli 23 giorni di attivazione del servizio di misurazione dei contatti abbiamo superato i 5.000 accessi, per un totale di quasi 9.000 pagine lette !
    E' UNA BELLA SODDISFAZIONE PER UN SEMPLICE BLOG DI QUARTIERE !
    Per comprendere se i nostri approfondimenti ed i nostri servizi video sul nostro quartiere Monte Sacro Alto, ossia Quartiere Talenti di Roma, e sull'intero Municipio IV, attirano il vostro interesse, i nostri post presentano tutti, da oggi, un misuratore di interesse, del tutto ANONIMO, senza necessità di REGISTRAZIONE, o altro.
    Al termine di ogni post troverete infatti una semplice  domanda: 
    INTERESSANTE ? (Ossia questo post vi ha interessato), e voi potrete rispondere:
    • SI MOLTO;
    • SI
    • NO
    Una preghiera: lasciateci il vostro commento, ci aiuterà ad entrare ancora meglio in sintonia con voi.
    ULTIMA PREGHIERA:
    continuate a contribuire al blog, come state facendo, con segnalazioni e materiale vario, e soprattutto SEGNALATELO AD AMICI E CONOSCENTI, affinchè sia ancora più diffuso.
    GRAZIE A TUTTI !

    ANCORA ANNUNCI DI VENDITA IN RETE DI APPARTAMENTI NEL QUARTIERE TALENTI DI ROMA - PUNTATA 20a

     ORMAI, PIU' CHE UN OFFERTA IN VENDITA, SEMBRA UN'ONDATA ! PROPRIO TANTA LA GENTE CHE CERCA DI VENDERE I SUOI APPARTAMENTI A TALENTI !
    CHISSA' PERCHE' ?
    Queste informazioni sul mercato immobiliare nel quartiere Talenti di Roma sono realizzate con il servizio Google Alert di Google, che segnala non appena vengano pubblicati o ripubblicati in rete avvisi relativi ai termini oggetto di indicizzazione.


    Yakaz
    Roma RM zona: talenti. ... talenti via roberto bracco appartamento in vendita di 95 mq ca. posto al 1° piano, composto da: ... 2010/01/19-00:39:38 ...

    Roma 00137 ristrutturato - pagina 3 - Trovit Case
    Più info; Mappa; Salva in myTrovit. · Errore, l'email non è valido. Email: Case simili a "roma 00137 ristrutturato": via franco sacchetti roma ...

    Talenti appartamento - Appartamenti In vendita a Roma
    APPARTAMENTI ULTIME DISPONIBILITA' IN NUOVA COSTRUZIONE, VIA IDA BACCINI. ES. BILOCALE CON CUCINA COMPRENSIVO DI BOX E CANTINA, AMPIO GIARDINO 321.000.

    Fotografie vendita appartamento talenti via olindo guerrini ...
    via olindo guerrini roma 5 locali - 2 bagni. Maggiori informazioni. Clicca per ricevere email d'allerta con nuove fotografie vendita appartamento talenti ...

    TuttoCasa.it - cerco casa, vendita, affitto, agenzie, privati
    Provincia, ROMA. Città, ROMA. Mq. tot. 95. Prezzo, 379.000. Annuncio, Appartamento Via Roberto Bracco mq. 95 1° piano soggiorno con angolo cottura, ...

    Via renato fucini roma - pagina 9 - Trovit Case
    via renato fucini roma a partire da 370.000€, appartamento in vendita di 150 mq ca. sito a roma, po..., via renato fucini roma.

    Francesco d ovidio roma - Trovit Case
    Case Auto Lavoro. vendita, affitto. » Più opzioni di ricerca. Esempi: roma via francesco d ovidio, roma via francesco d ovidio vendita ...

    Appartamenti in vendita zona talenti roma - pagina 8 - Trovit Case
    VIA FRANCESCO D'OVIDIO Roma. Appartamenti in Vendita a Roma(RM) 1 Foto Zona: TALENTI. Piazza Talenti adiacenze - Piano terra di ampia metratura composto da ...

    3 locali cesate - pagina 3 - Trovit Case
    ... laboratorio artigianale in vendita sesto san giovanni · appartamento in vendita via giovanni verga roma. Ricerca per foto: fotografie 3 locali cesate .

    Via ugo ojetti in roma - pagina 3 - Trovit Case
    Via Luigi Pirandello Roma. Appartamento in Vendita a Roma(RM) 1 Foto alla fine di Via Ugo Ojetti. Composto da: ingresso salone 4 camere cucina tinello doppi ...

    Affitto roma via gaspara stampa - Trovit Case
    Via Gaspara Stampa Roma. TALENTI, Via Gaspara Stampa, luminoso appartamento composto da ... VIA GASPARA STAMPA, . Roma. Appartamento in Affitto a Roma(RM) ...

    Vendita appartamento talenti roma - pagina 4 - Trovit Case
    via franco sacchetti Roma Centro Roma | Trilocale Roma · Appartamento trilocale in Vendita a Roma 1 Foto talenti via franco sacchetti palazzina in cortina ...

    Camera roma zona talenti - pagina 3 - Trovit Case
    via Antonio Fogazzaro Roma | Attico Roma ... Email: Case simili a "camera roma zona talenti": appartamento in vendita via antonio fogazzaro roma ...
    Vendita via nicola marchese - Trovit Case
    Case simili a "vendita via nicola marchese": appartamento in vendita via ettore romagnoli roma, appartamento camere in vendita talenti roma ...
    Affitto Stanza singola RM euro 400, Al mese Roma
    Indirizzo Via Ettore Romagnoli - Roma (RM) Contatti: contatti. Prezzo € 400. Data annuncio 11-01-2010. ID annuncio 2940256. contatta l'inserzionista ...

    Appartamento Vendita Roma nuda proprietā
    talenti - via roberto bracco XXX mq, salone doppio, cucina, ... Appartamento in vendita a ROMA - ostia-piazza camillo corsi - [16/01/2010 19:10] ...
    Appartamenti 5 o più locali in vendita a Roma - Appartamenti in ...
    Roma (RM) Montesacro Talenti · TALENTI Via Roberto Bracco appartamento panoramico piano alto ingresso salone cucina tinello 3 camere doppi . ...

    PRESTATE ATTENZIONE A QUESTO VIDEO: SALVIAMO L'ACQUA DI ROMA

    ALTRIMENTI DOVRETEOCCUPARVI DEL PROBLEMA DELL'ACQUA QUANDO LE VOSTRE BOLLETTE ANDRANNO ALLE STELLE, COME E' CAPITATO CON I NUOVI GESTORI PRIVATI A FIRENZE E NEL LAZIO MERIDIONALE !!!!!

    MA CHE FA ORA ALEMANNO, SI METTE A DIFENDERE IL PRG DI VELTRONI E A VOLERSI ALLEARE, PER LE ELEZIONI REGIONALI, A RUTELLI, DA LUI SCONFITTO ALLE ELEZIONI COMUNALI ?

    Evoluzioni in settimana in due vicende che riguardano da vicino il sindaco di Roma Gianni Alemanno, la questione dei vincoli paesaggistici emanati dal Ministro per i Beni Culturali Bondi, e l'ormai annosa vicenda della disponibilità dei 500 milioni di euro concessi dal governo centrale al Comune di Roma per il risanamento del suo bilancio.
    ANZITUTTO I VINCOLI CON CUI IL MINISTERO PER I BENI CULTURALI HA FINALMENTE AVVIATO AL DIFESA DI AREE DI SUPERSTITE CAMPAGNA ROMANA, CON IL LORO VERDE A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI, CONTRO NUOVE ONDATE DI EDILIZIA RESIDENZIALE, IN AREE GIA' AL COLLASSO DI VIABILITA' E VIVIBILITA',e di cui c'eravamo già occupato qualche giorno fa:
    http://tg-talenti.blogspot.com/2010/01/ceravamo-gia-precedentemente-occupati.html

    In proposito lo stesso sindaco Alemanno aveva già preso posizione CONTRO i vincoli, in una polemica abbastanza marcata con il compagno di partito Bondì, Ministro dei Beni Culturali.
    Non siamo certo d'accordo con quanto sostenuto dal giornale Il Tempo in un suo articolo del 27 gennaio 2010 relativo alla vicenda, che proponiamo in questa sede e che si conclude addirittura con un perentorio "un vincolo tutto politivo, contraddittorio, assurdo", in ciò ben fotografando gli interessi del mondo dei grandi costruttori di cui il proprietario del giornale, Bonifazi, fa pienamente parte.
    Ma l'articolo riporta una interessante dichiarazione del sindaco Alemanno, che dice: "Qualsiasi correzione al piano regolatore preesistente", conclude il sindaco pleemicamente, cioè quello approvato dalla giunta Veltroni (!), "rappresenta comunque un problema di violazione di diritti acquisiti".
    MA CHE FA' ORA SINDACO ALEMANNO:
    • SI METTE ADDIRITTURA A DIFENDERE IL PRG DEL SUO PREDECESSORE VELTRONI ?
    • CON QUANTO AVVENUTO IN QUESTI ULTIMI ANNI NELLE SUE PERIFERIE, COSI' BEN DOCUMENTATO DALLA TRASMISSIONE REPORT "I RE DI ROMA", COME LA METTIAMO ?
    • RICORDA SU QUALI BASI E' AVVENUTA LA SUA VITTORIA, OSSIA UN FERMO STOP PROCLAMATO DALLA GENTE, SPECIE NELLE PERIFERIE,  ALLE DEGENERAZIONI DELCOSIDDETTO "MODELLO ROMA" ?
    Ma non è finita qui !
     Alemanno chiama Rutelli, da lui sconfitto alle passate elezioni comunali di Roma, e gli propone un'alleanza alle prossime elezioni regionali nel Lazio !!! E Rutelli si permette anche il lusso di nicchiare....facendo fare ad Alemanno una non gran bella figura !
    La clamorosa notizia viene rilanciata dalla stampa, che da ad essa grande risalt 
    Alemanno chiama Rutelli: «Con l'Api alleanza possibile»‎ -

    4 giorni fa
    Alemanno chiama, Rutelli nicchia. Ma lancia qualche segnale interessante verso il Pdl in vista delle prossime elezioni regionali. «Devo dire che sono giunti ...
    il Giornale - 13 articoli correlati »


    "Alemanno chiama, Rutelli nicchia. Ma lancia qualche segnale interessante verso il Pdl in vista delle prossime elezioni regionali. «Devo dire che sono giunti finora più messaggi di attenzione dal centrodestra che dal centrosinistra», dice il leader dell’Alleanza per l’Italia smarcatosi dal centrosinistra dopo una militanza ultradecennale e ora in cerca di apparentamenti. Rutelli si riferisce anche all’amo lanciato poche ore prima dal sindaco di Roma: «Un’alleanza con Alleanza per l’Italia - le parole di Gianni Alemanno, che sconfisse proprio Rutelli nella corsa al Campidoglio nella primavera del 2008 - non è da escludere anzi ci farebbe molto piacere per allargare ulteriormente lo schieramento attorno a Renata Polverini». «Il problema di fondo - ha poi aggiunto l’inquilino del Campidoglio - è che si tratta di situazioni ancora molto calde: Rutelli è appena uscito dal Pd e quindi, dal suo punto di vista, lo schieramento dovrà fare un’attenta valutazione. Deve essere chiaro che da parte nostra le porte sono aperte».
    Rutelli ringrazia ma prende tempo. E non sceglie - per ora - né Renata Polverini né Emma Bonino. Piuttosto attende da entrambe le candidate risposte concrete alle questioni poste da Alleanza per l’Italia su sanità, ambiente, rifiuti e mobilità urbana. 
      UNA DOMANDA: NEL PROPORRE AL SUO SCHERAMENTO, ED ALLA CITTADINANZA QUANTO MENO SORPRESA,  UNA COSI' DISINVOLTA GURAVOLTA ALEMANNO PENSA VERAMENTE CHE I VOTI OTTENUTI NELL'APRILE 2008  SIANO ORMAI SCONTATI PER LUI ED IL SUO SCHIERAMENTO ?
      Sono invece proprio cose del genere, evidenti esempi di malapotica, che la gente non riesce a comprendere e che la allontanano dalla politica attuale !
      Ed inoltre, cosa succede ? Che la Lega, partito a questo punto indubbiamente più serio, manda subito un chiaro messaggio ad Alemanno, ben descritto nell'articolo di Italia Oggi del 27 gennaio 2010 che vi proponiamo a commento, ed inserisce, nel decreto-legge milleproroghe all'esame del Senato, un emendamento che stabilirebbe -ove approvato- che il Commissario straordinario per Roma Capitale PUO' ANCHE NON ESSERE IL SINDACO !
      A buon intenditor.....
      Ed infatti l'articolo di Italia Oggi così si conclude:  "E' vero che sotto elezioni regionali ogni voto è buono, però non tutti potrebbero gradire di vedersi uniti a quel Rutelli che proprio nella corsa a sindaco di Roma era stato l'avversario di Alemanno...."
       Come si dice a Roma "A Alemanno, ariprennete......."


      SECONDO L'ASSESSORE CAPITOLINO MARCHI "IN CAMPO 12 MILIARDI PER LA MOBILITA'. NOTIZIE ANCHE SU METRO B1 E D

       

      DAL TEMPO DEL 27 GENNAIO 2010:
      "L'intervista: assessore Marchi: infrastrutture al primo posto. In campo 12 miliardi per la mobilità".
      Un sondaggio della UIR e della Camera di Commercio segnala il traffico come una delle principali preoccupazioni dei Romani, ben il 66.7%.
      Come intende il comune affrontare il problema ?
      Quali potrebbero essere le conseguenze di un'eventuale candidatura olimpica ?
      RISPONDE L'ASSESSORE ALLA MOBILITA' SERGIO MARCHI.
      Apprendiamo, fra le notizie interessanti per Talenti, che:
      • nel 2010 verrà completata la tratta metro B1 da Bologna a Conca d'Oro;
      • entro il 2013 dovrebbe essere completata la tratta Conca d'Oro-Jonio;
      • per la linea metro D, asse strategico che dovrebbe collegare Talenti all'EUR, l'assessore garantisce l'espletamento della gara d'appalto entro il 2010.

      ANCHE IL MONTE DEI PASCHI DI SIENA LASCIA LA LAMARO DEI FRATELLI TOTI , PROPRIETARIA DI PORTA DI ROMA, AL SUO DESTINO

       CI SIAMO GIA' OCCUPATI IN PASSATO DELLA FORTE SITUAZIONE DEBITORIA  DEL GRUPPO LAMARO, PROPRIETARIO DI PORTA DI ROMA, e realizzatore insieme al Gruppo Caltagirone anche della maggior parte dei nuovi quartieri circostanti, SEGNALANDO LA MESSA IN VENDITA DELLO STESSO CENTRO COMMERCIALE, PER CUI SI STA CERCANDO DISPERATAMENTE UN COMPRATORE:
      http://tg-talenti.blogspot.com/2009/12/forti-segnali-di-allarme-dal-gruppo.htm

      Ora una notizia diffusasi quasi soltanto nei giornali e sui siti che si occupano di economia getta nuova luce sulla situazione, segnalando che il Consiglio di Amministrazione di Sansedoni S.r.L., ossia la società immobiliare legata al gruppo bancario Monte dei Paschi di Siena, ha deliberato "un'operazione di scissione totale non proporzionale volta all'uscita dalla sua compagine sociale della Silvano Toti spa, attuale azionista al 28%".
      Nel comunicato stampa diffuso in proposito si segnala che la decisione è stata "presa in sintonia e accordo fra tutte le parti per permettere il potenziamento delle rispettive aree di business", ma in realtà il fatto che la società si sia scissa in due beneficiarie, la prima con azionista unico proprio la Silvano Toti spa, ed il secondo, la Nuova Sansedoni, di cui sono azionisti " tutti gli attuali soci di Sansedoni, eccetto Silvano Toti", segnala in realtà che  il fine dell'operazione era proprio l'uscita,  o come la si voglia definire, del Gruppo dei fratelli Toti dalla Sansedoni.

      Come segnala un articolo di Italia Oggi del 27 gennaio 2010 alla Silvano Toti tornano dalla Sansedoni:
      "la porzione di attico patrimoniale di Sansedoni costituita dalla partecipazione totalitaria nello "Sviluppo e interventi edili srl", società proprietaria di Bufalotta, ossia della zona di Porta di Roma;
      e disponibilità liquide non meglio precisate.
      Inoltre è stato concordato di costituire una Newco, controllata degli stessi soci di Sansedoni, alla quale sarà ceduto il contratto preliminare di un’area immobiliare da sviluppare (Casalboccone in Roma).
      Dunque apprendiamo che la Nuova Sansedoni realizzerà da qualche parte lungo via di Casal Boccone un nuovo grande quartiere residenziale !

      DA UN APPROFONDIMENTO PIU' AMPIO SULLO STESSO COMUNICATO IN: http://www.ilcittadinoonline.it/index.php?id=22430

      DESUMIAMO NOTIZIE ANCORA PIU' INTERESSANTI SULLE VERE RAGIONI DEL DIVORZIO:

      "Il Piano Industriale approvato dai soci di Sansedoni nel 2007 prevedeva un mix di attività con un buon livello di equilibrio tra gestione di beni a reddito e attività di sviluppo immobiliare. 
      Nel tempo, l’attività di Sansedoni si è concentrata su queste ultime, divenute preponderanti con significativi investimenti e co-investimenti con altri operatori in svariati progetti di sviluppo immobiliare.
      (OSSIA SANSEDONI HA ESAGERATO, AMPLIANDO ECCESSIVAMENTE IL SETTORE DELLO SVILUPPO IMMOBILIARE, OSSIA, diciamolo francamente,  CEMENTO SELVAGGIO !)
      "Pertanto", PROSEGUE FORBITO IL COMUNICATO DIRAMATO DALLA SOCIETA', l’implementazione del Piano Industriale ha progressivamente registrato una divergente visione tra i Soci, pur nella comune consapevolezza degli eccellenti risultati operativi raggiunti dalla società in questi anni.
      Fondazione MPS, anche nell’interesse degli altri Soci, ha da tempo dato avvio ad uno studio, con il supporto dell’advisor finanziario Mediobanca S.p.A., finalizzato a strutturare un nuovo modello di business Sansedoni S.p.A., anche alla luce degli attuali scenari di mercato. 
      (OSSIA, ALLA LUCE DELL'ATTUALE SEMPRE PIU' GRAVE CRISI DEL MERCATO IMMOBILIARE MONTE PASCHI HA DECISO PROBABILMENTE DI TORNARE AD UNA PREVALENTE GESTIONE DI BENI A REDDITO, RALLENTANDO OPPURE DEL TUTTO INTERROMPENDO INTERVENTI DI NUOVO SVILUPPO IMMOBILIARE !)

      PROSEGUE ANCORA IL COMUNICATO: "Il nuovo modello di business, peraltro ancora in fase di elaborazione definitiva, individua nell’incremento dell’attività di asset management un fattore determinante per una maggiore specializzazione nello svolgimento delle diverse attività, per una minor concentrazione del rischio, e per una maggiore flessibilità della struttura societaria. Tale evoluzione di Sansedoni comporterà la necessità di una modifica del modello societario ed operativo verso una piattaforma attiva in particolare:
      1) nella selezione di opportunità di investimento;
      2) nella strutturazione di progetti e operazioni, ivi incluse la ricerca e  l’aggregazione di investitori terzi;
      3) nella gestione e supervisione dei progetti e dei portafogli, ivi incluso il coordinamento delle eventuali fasi di commercializzazione.
      Tale piattaforma demanderà attività specifiche a soggetti specializzati nei settori di riferimento (SGR, società di gestione di portafogli di NPL o distressed asset, società di servizi immobiliari, ecc.)".

      QUI, ATTENZIONE, ARRIVIAMO ALLE CONSIDERAZIONI PIU' SIGNIFICATIVE DEL COMUNICATO !:
      "All’inverso, è emersa l’intenzione del Gruppo Toti di continuare a sviluppare modelli di business più coerenti con la propria vocazione di developer immobiliare".
      OSSIA IL GRUPPO TOTI NON VUOLE, O NON PUO' USCIRE DALLE LOGICHE DI SVILUPPO IMMOBILIARE SIN QUI PORTATE AVANTI, NONOSTANTE LA CRISI, mentre invece il Monte dei Paschi di Siena, grande gruppo bancario presso il quale FESSI NON SONO (!), più avvedutamente decide di ripensare tutta la sua strategia di investimento nel settore immobiliare !!!
       
      CONCLUDE IL COMUNICATO: "L’uscita del Gruppo Toti si realizza, quindi, in piena sintonia con gli altri soci di Sansedoni e le parti, che peraltro continuano ad essere impegnate in importanti iniziative comuni, auspicano la possibilità, nel futuro, di collaborare su nuovi progetti immobiliari, in un mercato, come quello italiano, che presenta ottime opportunità di investimento a seguito della recente crisi del settore
       .
      Il presidente della Fondazione Monte dei Paschi ha commentato: "Ringrazio il Gruppo Toti per questi anni di collaborazione come partner all’interno di Sansedoni. Una collaborazione che ha dato buoni frutti e che ha contribuito allo sviluppo della società".


      A QUESTO PUNTO UNA DOMANDA AGLI INTELLIGENTI LETTORI ?
      Vi pare casuale che in una siffatta situazione, e con l'avvenuto cambiamento del colore della giunta comunale a Roma quello che era una colonna del potere finanziario legato un tempo al vecchio PCI, ed oggi al PD, il gruppo Monte dei Paschi di Siena, dia  il benservito ad un vero simbolo della Roma veltroniana, ossia al gruppo dei fratelli Toti, con le connesse conseguenze in ordine di credito bancario, per accogliere INVECE alla presidenza della "sua" squadra di Calcio del Siena, Massimo Mezzarona (di cui ci siamo occupati in queste settimane), appartenente al gruppo edilizio oggi molto vicino all'amministrazione Alemanno, ancora una volta con le possibile conseguenze in materia di credito e disponibilità ?
      CARI AMICI, I SOLDI NON HANNO COLORE !
      MA ALMENO IL GRUPPO MONTE DEI PASCHI DI SIENA HA CAPITO L'ARIA CHE TIRA NEL SETTORE IMMOBILIARE..... 

      UN COMMENTO SUI POSSIBILI RISULTATI DELLE ELEZIONI REGIONALI NEL LAZIO

      SUL TEMPO DI ROMA, DEL 27 GENNAIO 2010, VIENE PUBBLICATO UN INTERESSANTE ARTICOLO DI PAOLO MESSA DAL TITOLO:
      "Perchè Bonino e Vendola possono vincere".

      L'articolo è anche più interessante in quanto viene pubblicato su un giornale Il Tempo, in genere molto vicino al centro-destra romano e Laziale, e merita pertanto di essere letto, con qualche riflessione. 
      Segnala infatti un forte limite della candidatura del centro-destra nel Lazio, come anche in Puglia, ossia incapacità di far uso di nuovi strumenti di comunicazione, come internet ed il cosiddetto "marketing virale" (INTERESSANTE: lanciate una ricerca in Google su questo termine, e leggetevi quello che viene fuori !).
      Segnala anche il fatto che sono i giovani, che utilizza strumenti moderni della rete come Facebook, blog, e altro, come il grande punto debole della candidatura del centro-destra.
      E d'altrone il sindaco Alemanno ha iniziato nei primi mesi del mandato a rispondere alle domande che pervenivano al suo blo, poi ha fortemente rallentato, ora è inattivo da oltre due mesi, mentre sostanzialmente inattiva è la risposta ai commenti del suo canale su Youtube.
      YOUTUBE è una sede in cui, se un politico come Alemanno attiva un canale, lo deve ragionevolmente utilizzare PER CAPIRE CHE ARIA TIRA ! PER CERCARE DI SAPERE COSA PENSA LA GENTE DEL SUO AGIRE !
      Se non lo fa, diventa solo una passerella, ed anzi risulta controproducente, specie quando propone Alemanno in occasioni mondane come incontri con attori, personaggi del mondo dello spettacole e del jet-set, incontro con personalità politice internazionali che finiscono in realtà per restare solo occasioni protocollari....

      Pur in giornale controllato dal gruppo edilizio Bonifazi l'articolo di Messa giunge a livelli di inaspettata franchezza, quando parla poi di "reclutamento della classe dirigente avvenuto sul livello più basso della cooptazione", segnalando un problema che è gravissimo:
      OSSIA, COME STANNO NASCENDO IN QUESTE SETTIMANE LE CANDIDATURE DEI TANTI ILLUSTRI CONOSCIUTI  E/O SCONOSCIUTI CHE INIZIANO A PROPORSI, CON SLOGAN MIRABOLANTI, COME GRANDI SALVATORI DEL LAZIO, in cartellono pubblicitari SOVENTE ABUSIVI, mai in genere di dimensioni inferiori a metri 2 X3.
      Conclude Messa in proposito: "il futuro di PDL, PD e UDC non dipende tanto dalle sorti singolari di Berlusconi, Bersani e Casini, ma sulla capacità che questi leader avranno nell'aprire al gioco e reclutando forze fresche e audaci, NON GIOVANI SIGNOR SI !
      DA LEGGERE, ASSOLUTAMENTE !

      A PROPOSITO DELLO SCANDALO DI BOLOGNA E DELLA POLITICA DELLE ALLEANZE DEL PD

      venerdì 29 gennaio 2010

      BOTTA E RISPOSTA FRA IL PRESIDENTE MUNICIPIO IV BONELLI ED IL COMITATO VIA LINA CAVALIERI

      BOTTA E RISPOSTA FRA IL PRESIDENTE MUNICIPIO IV BONELLI ED IL COMITATO VIA LINA CAVALIERI.
      MA QUESTA VOLTA, A NOSTRO AVVISO, BONELLI, CHE NELLA VICENDA DELL'ANTENNA SUL PALAZZO ENASARCO HA ASSUNTO IN PASSATO POSIZIONI CORAGGIOSE,  SBAGLIA BERSAGLIO E NON COMPRENDE CHE, SE SINDACO ALEMANNO ED AMMINISTRAZIONE COMUNALE CONTINUANO A LASCIARLO SOLO DAVANTI AI CITTADINI, SENZA NON DICO RISOLVERE MA ALMENO AFFRONTARE I PROBLEMI, ALLA FINE RESTERA' DA SOLO !
      Riprendiamo da:
      http://www.roma2013.org/index.php?option=com_content&view=article&id=634:serpentara-botta-e-risposta-sullantenna-killer-fra-il-presidente-bonelli-e-il-comitato-dei-cittadini&catid=40:ambiente&Itemid=55
       Martedì 26 Gennaio 2010 16:33